Cagliari, la barista chiede il Green pass: il cliente reagisce male

Brutto episodio a Cagliari: la barista chiede al cliente di esibire il Green pass ma la reazione è molto scomposta. 

cagliari barista green pass
Cagliari, brutta reazione contro la barista che chiedeva il certificato verde

La storia arriva da Cagliari, e testimonia la difficoltà degli esercenti nella gestione delle norme imposte. Durante una normale mattina di lavoro, una barista ha chiesto alla cliente di esibire il Green pass dopo aver servito il cappuccino. La reazione però è stata del tutto scomposta, perché dopo la richiesta, e dopo aver preparato la colazione, all’interno del locale è accaduto di tutto. E a testimoniare la reazione è stato il titolare dell’esercizio, che ha postato tutto su Instagram.

Leggi anche: Green Pass, nasce il microchip per averlo sempre sottopelle

“Stasera nella nostra caffetteria c’è stato un episodio raccapricciante – scrive – la nostra barista, come da legge, ha domandato a una cliente che voleva accomodarsi se fosse in possesso del Green pass. La signora, gentilissima, evidentemente No-vax, ha risposto lanciando il cappuccino addosso alla barista. Sporcando lei, il bancone e il retro bancone del nostro locale”.  

Cagliari, cappuccino addosso alla barista che chiede il Green pass: lo sfogo del titolare

Green Pass
Un green pass valido (Getty Images)

La barista ha chiesto semplicemente il rispetto delle regole imposte, chiedendo al cliente che si stava accomodando nel locale di esibire il Green pass. Poi il brutto episodio che il titolare racconta dalle sua pagine social. “Mi vergogno per lei e per la sua ignoranza – scrive nelle storie Instagram – non tanto perché non possiede il Green pass, perché ciascuno è libero di fare della propria vita ciò che vuole, ma perché il comportamento è disumano. Io non lancerei mai nulla addosso a nessuno neanche al mio peggior nemico”.

Leggi anche: Covid: Idea del Governo; Super Green Pass nei posti di lavoro

Poi la richiesta di scuse, a margine di un messaggio che in tanti hanno commentato con parole di solidarietà per quanto accaduto. “Se stai leggendo, sei sempre in tempo per tornare e scusarti con una persona che stava educatamente svolgendo il suo lavoro”.