Cagliari, l’auto affonda nell’acqua: la reazione dei passanti lascia senza parole

Lo sfogo di un cittadino cagliaritano, operatore della Protezione Civile, evidenzia un comportamento clamoroso dei cittadini

alluvione
Le forti piogge sono in grado di mettere al tappeto le città (GettyImages)

Le immagini dell’alluvione che ha colpito la Sardegna nello scorso week end hanno fatto il giro del mondo. Strade allagate, autovetture in panne, persone costrette a rifugiarsi sugli alberi per sfuggire alle intemperie. L’isola sarda è stata colpita duramente e ora cerca faticosamente di rialzarsi.

In questi giorni si raccolgono le testimonianze di chi ha vissuto situazioni complicate e, in qualche modo, è riuscito ad evitare la catastrofe. Spesso anche grazie all’aiuto della popolazione che, come spesso accade in queste circostanze, si è fatta in quattro per aiutare chi era in difficoltà con gesti eroici. Ma c’è anche chi ha fatto il contrario, negando alle persone in emergenza un appoggio che sarebbe stato necessario.

LEGGI ANCHE: Mercoledì, meteo in tempo reale: maltempo generale

“Nessuno mi ha aiutato: facevano le foto”

La storia che ha raccontato Gian Piero Mereu, un operatore della Protezione Civile di Cagliari, ha messo i brividi a tutti, regalandoci una fotografia esatta del mondo in cui viviamo. Un mondo dove, piuttosto che aiutare chi si trova in pericolo, qualcuno preferisce fermarsi a fare qualche foto. “Buongiorno (signori), oggi mi sono reso conto che nella vita ho sbagliato qualcosa. Io operatore di Protezione Civile abituato a dare tutto me stesso per aiutare le persone in difficoltà sia per alluvioni che per terremotati, oggi ho vissuto con i miei occhi la cattiveria delle persone“.

LEGGI ANCHE: Maltempo nel Sud Italia: c’è un morto 

Mereu continua e spiega i fatti di cui è stato protagonista. Suo malgrado. “Stamattina sono rimasto bloccato con la macchina in una pozza d acqua vicino all’asse mediano con l’acqua che saliva di livello e con mia moglie in macchina! Ho chiesto per favore se qualcuno degli automobilisti di passaggio potesse trainarmi la macchina per toglierla da dove era, per risposta ho avuto “NO MI BAGNO “ oppure nemmeno rispondevano anzi passavano senza nemmeno rallentare e bagnandomi completamente! L’acqua continuava a salire di livello fino a coprire i sedili! Ma per fare mille foto a me e la macchina allagata si sono dati molto da fare. Vi ringrazio tutti e vi penserò quando dovrò tirare fuori dall’acqua persone che avranno bisogno dell’aiuto quello che voi mi avete negato. Grazie”