Milano, Matteo Salvini in visita al carcere di San Vittore

Matteo Salvini in visita in carcere di San Vittore a Milano. Ecco le sue dichiarazioni ai giornalisti prima di entrare nella struttura.

Salvini San Vittore
Salvini in visita al carcere di San Vittore a Milano © Ansa

Visita al carcere di San Vittore a Milano per Matteo Salvini. Il leader della Lega, come fa ormai da diversi anni, ha deciso di andare nella struttura penitenziaria lombarda per portare gli auguri al personale e ai carcerati. Poco prima del suo ingresso, il numero uno di via Bellerio ha rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti.

LEGGI ANCHE <<< Berlusconi a Salvini e Meloni, Mi candido per il Quirinale

Tutti gli anni cerco tra Natale e Capodanno di portare gli auguri alle donne e agli uomini della polizia penitenziaria che fanno il lavoro più difficile e pericoloso – ha detto Salvini citato dall’Ansae di portare anche un pensiero per i detenuti. Perché chi sbaglia paga, ma è doveroso anche offrire a loro un futuro diverso puntando sul lavoro. E in queste strutture si lavoro ancora troppo poco“.

Gli auguri di Natale di Matteo Salvini

Matteo Salvini
Gli auguri di Natale di Matteo Salvini sui social © Ansa

Natale a Milano per Matteo Salvini. E il leader della Lega il 25 dicembre ha deciso di prendersi la scena sui social con un video di auguri sicuramente molto particolare. Il numero uno di via Bellerio, infatti, ha deciso di non apparire ma pubblicare un filmato con il montaggio di tutti i successi italiani in questo 2021. Un omaggio al Paese che ha vissuto un anno magico dal punto di vista sportivo (e non solo) nonostante le difficoltà dovute alla pandemia.

LEGGI ANCHE <<< Natale, auguri dei politici: dal foglio di Renzi alla frecciata di Salvini

Un video, come detto, che racconta tutte le imprese compiute dagli italiani in questo anno magico (dai Maneskin al Mondiale di pasticceria passando per Olimpiadi, pallavolo ed Europei) e che si conclude con un “Buon Natale all’Italia che rinasce“.

Filmato diventato subito virale sui social e che, come succede molto spesso quando si parla del leader della Lega, ha aperto un dibattito tra gli utenti sui profili del numero uno di via Bellerio.