Cinema, stadi e teatri, la stretta decisa dal premier Draghi

Il premier Draghi ha deciso di mettere in campo una stretta per quanto riguarda cinema, teatri e stadi. Ecco le ultime novità che saranno introdotte nel decreto.

Teatro
La nuova stretta del premier Draghi per cinema, teatri e stadi © Getty Images

In arrivo una stretta per cinema, stadi e teatri. Nella cabina di regia il premier Draghi ha confermato la sua decisione di inserire nel decreto l’obbligo della mascherina FFP2 per questi luoghi.

LEGGI ANCHE <<< Obbligo di mascherine all’aperto, la decisione del Governo

Niente più dispositivo di protezione chirurgico, quindi, per poter andare a vedere una partita di calcio, un film oppure uno spettacolo teatrale. Una misura che, come confermato anche dal presidente del Consiglio nella conferenza stampa di fine anno, ha come primo obiettivo quello di salvaguardare le attività e consentire a tutte le persone di poter frequentare i luoghi in sicurezza. La stessa misura dovrebbe riguardare anche i mezzi di trasporto, compresi anche quelli locali.

Niente cibo e bevande al cinema

Cinema
Nel decreto previsto anche il divieto di consumare cibi e bevande in cinema, teatri e stadi © Getty Images

La stretta decisa dal premier Draghi non riguarda solamente le mascherine. Come riferito da La Repubblica, nel decreto sarà inserito anche il divieto di consumare cibi e bevande al chiuso al cinema, teatro ed eventi sportivi. Addio, quindi, ai pop-corn durante a visione di un film oppure di uno spettacolo teatrale.

LEGGI ANCHE <<< Covid, mascherine all’aperto: il governo valuta l’obbligo

Resta, invece, ancora da risolvere il tema dei tamponi per i vaccinati. La maggioranza, come detto in diverse occasioni, sulla possibilità di introdurre i test per le persone con due dosi per andare ai grandi eventi e allo stadio è divisa e il premier Draghi si sarebbe preso altro tempo per valutare meglio la misura e la decisione finale sarà presa in Consiglio dei ministri.

L’intenzione è quella di proseguire sulla strada della massima precauzione ed introdurre il tampone, ma non è escluso un passo indietro su questa misura e confermare il Super Green Pass per poter entrare in cinema, teatri e negli stadi anche in zona bianca.