Salernitana, futuro in bilico: la situazione

Entro la mezzanotte il Trustee dovrà accettare una proposta per evitare il fallimento e l’esclusione dal campionato del club

I tifosi della Salernitana aspettano con ansia news sul futuro – GettyImages –

Per la Salernitana è il D-Day. Il giorno cruciale, della svolta. Dopo mesi di attesa e di inutili tentativi, oggi si scriverà in maniera definitiva il destino del club granata. Dentro o fuori. Salvezza o cancellazione. Non esistono vie di comodo o soluzioni tampone. L’ultimatum imposto dalla Figc scadrà a mezzanotte. Mentre tutta l’Italia festeggerà il nuovo anno, i tifosi granata cercheranno di capire quale sarà il loro destino.

LEGGI ANCHE: Salernitana col fiato sospeso, arriva il d-day e le offerte, Iervolino in pole, per ora

La proroga richiesta dal Trustee è stata rifiutata. Entro le ore 24 di oggi bisognerà trovare il nuovo proprietario della Salernitana, destinato a subentrare a Lotito e Mezzaroma e gestire il club, in piena lotta per non retrocedere in serie A. Tanti i nomi, le voci, le possibili soluzioni. La svolta sembra imminente. Ad un passo. Entro la mezzanotte di oggi infatti, i trustee incaricati di cedere le quote societarie del club campano dovranno accettare la proposta “più vantaggiosa” che, tuttavia, potrebbe essere comunicata nei giorni a seguire dopo i dovuti accertamenti. La situazione è in continua evoluzione e, sia per tattica che per necessità, dovrebbe sbloccarsi solo a poche ore dal gong.

LEGGI ANCHE: Caos Salernitana; Muro Figc, Lotito non arretra e Gravina dà aut-aut

Ma negli ultimi minuti qualcosa sembra essersi sbloccato. Gli ultimi rumors riportano di un’offerta di 10 milioni di euro (più gestione) con tanto di caparra già versata, da parte di Danilo Iervolino. Imprenditore napoletano ex capo dell’Università telematica Pegaso, istituita nel 2006 e progettata nel 2004, della quale ha ceduto (lo scorso settembre) il restante 50%. Oggi completamente di proprietà della Cvc Capital Partners, gruppo finanziario britannico.  In corsa resta la cordata d’imprenditori messa insieme da Domenico Cerruti, che vede in campo anche Francesco Agnello. In stand by Francesco Di Silvio, imprenditore cinematografico con alle spalle il fondo lussemburghese “Toro Capital” e come advisor la “Console & Partners”. Una sua proposta, in realtà, era stata già presentata a inizio dicembre ma i trustee l’avevano ritenuta priva delle dovute garanzie.