ESCLUSIVA – Biagio Izzo: “Insigne? Se c’è dignità e amore per Napoli…”

L’attore commenta le voci sull’offerta monstre arrivata dal Canada dal Toronto: “Di fronte a certe cifre io pure ci penserei, ma non lascerei mai la mia città. Dipende dai valori e l’affetto nei confronti della maglia”.

Biagio Izzo Lorenzo Insigne
Biagio Izzo commenta le voci sulla proposta monstre del Toronto a Insigne (Getty Images)

L’offerta faraonica, in questo caso dal Canada, ha lasciato tutti a bocca aperta: 11,5 milioni di euro all’anno più 4,5 milioni legati al numero di gol e assist. Lorenzo Insigne, in scadenza di contratto con il Napoli, ha ricevuto la proposta monstre da parte del Toronto Fc. La permanenza nella squadra del cuore, a queste condizioni, diventa ancora più complicata. “E che gli vuoi dire? Ma stiamo scherzando?”, commenta Biagio Izzo in esclusiva ai microfoni di notizie.com. “Con tutto l’amore e l’affetto per la maglia stiamo parlando di 11 milioni circa a stagione… mamma mia! Non mi permetto di definire certe cifre spropositate, nel calcio ormai leggiamo cose pazzesche, non è la prima e non sarà l’ultima offerta di questo genere. Però per un ragazzo di 30 anni diventa complicato rinunciare a una proposta così”.  

LEGGI ANCHE QUESTO: Insigne al Toronto? Giovinco lo mette in guardia

“Anche nel mio lavoro funziona così: o si lavora per soldi o per dignità”

Biagio Izzo
L’attore napoletano su Insigne: “Di fronte a certe cifre la dignità va a farsi benedire” (Getty Images)

L’attore napoletano contrappone il romanticismo al realismo del cash in arrivo: “Anche il mio mestiere si fa o per soldi o per dignità, se non c’è la dignità ci devono essere i soldi e viceversa. In questi caso ci sono tanti soldi, la dignità va a farsi benedire”. E se non accettasse? “Sarebbe una grande dimostrazione d’affetto nei confronti della città, di grande amore per la maglia, questi sarebbero i veri valori! Però a certe cifre nessuno ha il diritto di dire se sia giusto accettare o meno. Io però dalla mia città non me ne andrei mai…. L’addio ormai sembra qualcosa di scontato: “Se lui ha dei valori importanti che lo legano a questa città e a questa maglia, se è attaccato e non si baciano le maglie solo per ruffianeria, allora secondo me dimostra veramente di essere quel tipo di ‘Insigne’… Sennò giustamente si è come tutti gli altri e si riflette di fronte a certe offerte. Anche io con 11 milioni davanti ci penserei…”.

LEGGI ANCHE QUESTO: Insigne, negli Usa sono sicuri: “Non rifiuterà tutti quei soldi”

“Non credo molto allo scudetto, la Champions sarebbe un bel premio”

Lorenzo Insigne
Lorenzo Insigne è arrivato a 6 mesi dalla scadenza contrattuale con il Napoli (Getty Images)

Fronte campionato, il Napoli è scivolato al terzo posto a -7 dall’Inter: “La squadra ci sta dando comunque soddisfazioni, siamo stati molto sfigati tra calciatori fuori per tanto tempo e ora anche con la Coppa d’Africa. Poteva essere una bella favoletta, si sta rovinando per colpa degli infortuni. Speriamo nella Champions, allo scudetto non ci credo molto. L’Inter è più attrezzata, il Napoli deve trovare il suo percorso per arrivare tra le prime quattro, sarebbe il giusto premio”.