Pranzo di Natale, ora sono guai: i consigli per smaltirlo meglio

Il pranzo di Natale è una tradizione da rispettare: i guai arrivano dopo ma ci sono tanti modi per smaltirlo al meglio. 

smaltire pranzo natale
Come smaltire il pranzo di Natale? I consigli utili (Getty Images)

Da una recente analisi, effettuata da Amanda Daley, professoressa di medicina comportamentale presso la School of Sport, Exercise and Health Sciences dell’Università di Loughborough, è stato osservato che per smaltire il pranzo di Natale servirebbero kilometri e kilometri chi camminata veloce. Un totale di 12 ore, che rappresenta uno sforzo fisico non per tutti. Si legge, sempre nell’analisi fatta, che alcune persone arriverebbero ad incamerare addirittura 6mila calorie durante la grande festa a tavola. Leggendo i numeri viene quasi paura, anche perché “una passeggiata” di 12 ore sembra quasi impossibile, per lo sforzo, e per il tempo che servirebbe.

Leggi anche: Natale, tutti gli italiani faranno il regalo? I dati preoccupanti di Confcommercio

Niente paura però. Esistono molti modi per smaltire “la grande abbuffata”, alla quale per tradizione nessuno rinuncia. E non è logico e neanche utile pensare che con una sola sessione di allenamento, si possa cancellare tutto in un attimo.

Pranzo di Natale: ecco come smaltirlo

piscina
Una bella nuotata può aiutare a smaltire il pranzo di Natale (Getty Images)

Il primo consiglio, che gli esperti ribadiscono continuamente, è non esagerare. Difficile verrebbe da dire, ma non è proprio così. Si può mangiare tutto. Nella giusta misura e consumando con calma i pasti, in modo da favorire anche la digestione. Il resto lo fa l’allenamento, in tante forme. Già dai giorni successivi una sessione di palestra, magari cardio, può permettere di bruciare calorie, sempre se seguita nei giorni successivi da una dieta più light. Consigliatissima anche le attività in piscina, che permette di bruciare calorie in fretta. Bene la passeggiata veloce, il jogging, una uscita in bicicletta, che consente anche di trovare un momento di libertà.

Leggi anche: Natale, tradizione e innovazione: cosa metteranno in tavola gli italiani

Magari anche per alcuni giorni, in modo da ristabilire la giusta forma e arrivare al Capodanno in forma e senza aver appesantito di continuo il fisico. Mangiare il giusto, alimentarsi bene, e poi il riposo. Fondamentale per permettere al corpo di non caricarsi troppo. E l’alcol? Brindare al Natale è un dovere, ma senza esagerare. Non è facile da smaltire e nasconde altre insidie se assunto in maniera eccessiva. Il consiglio degli esperti è sempre uguale. Si può mangiare e bere, a Natale forse anche un bicchierino in più, ma senza eccedere e bilanciando tutto con l’attività fisica, che è l’unico rimedio giusto per tenersi in forma.