Covid: Dl Festività, Provvedimento rigido per le discoteche e via polemiche

Il Ministro Speranza e il Cts annunciano le nuove restrizioni in vista delle feste di Natale e fine anno, ma qualcuno non ci sta

discoteca
Nuove chiusure per le discoteche in Belgio

Era nell’aria, ma fino alla fine si pensava che si potessero trovare delle vie alternative. I contagi però corrono e i bollettini quotidiani assomigliano sempre di più a quelli di un anno fa quando ancora non c’era il vaccino. E così, ecco che il Governo ha dato il via alle nuove restrizioni per le festività natalizie. A farne le spese sono diversi settori, come i locali che in questi giorni di festa avevano già organizzato feste e ritrovi di ogni genere.

LEGGI ANCHE>>Covid, nuove regole per i ristoranti: cosa prevede il decreto

Ma ormai il provvedimento è legge e le scelte sono state fatte e compiute. Chiudono fino al 31 gennaio le discoteche e le sale da ballo. Una decisione, ha spiegato in conferenza stampa il ministro della Salute, Roberto Speranza, presa all’unanimità. Sarà così e resterà tale fino al primo mese del nuovo anno. Ma non è tutto. Una volta riaperte e fino al 31 marzo per passare una serata in discoteca o in un locale da ballo o ancora per partecipare a una festa in un qualunque locale aperto al pubblico, servirà il “Mega Green Pass”, ovvero quello rilasciato dopo la terza dose.

Insorgono i gestori dei locali che già si erano organizzati

Discoteche
Le regole per poter entrare in discoteca dal 28 al 31 dicembre © Getty Images

Altrimenti, chi ha completato il solo ciclo primario di vaccinazioni oltre al Super o Mega Green Pass, che dir si voglia, dovrà presentare un certificato che attesti l’esito negativo di un tampone antigenico o molecolare. Una serie di provvedimenti che mettono in seria difficoltà un settore che aveva ricominciato ad ingranare da qualche mese.

Una batosta in un periodo non proprio felice e soprattutto in un momento dell’anno dove feste e ritrovi sono quasi all’ordine del giorno. Tanti gestori di locali, dai più grandi ai più piccoli, non sembrano aver preso molto bene queste nuove restrizioni imposte dal Governo. Molti, infatti, se non tutti, si erano già organizzati per le festività natalizie, anche e soprattutto sulle misure da adottare per permettere a tutti di festeggiare in totale serenità e senza alcuna paura.