Omicron: pesanti misure in Olanda, in Gb duro appello degli scienziati

La Variante Omicron preoccupa e non poco, in Olanda misure restrittive, in Gb le previsioni sono da incubo: si rischiano 600mila contagi al giorno.

Covid omicron olanda gb
Variante Omicron, in Olanda e Gb misure pesanti (Getty Images)

Un impatto duro. Così tanto da spingere i governi in Europa a riunirsi. E in fretta. La variante Omicron ha prodotto un incremento netto dei contagi, e il riflesso è uno sforzo intenso per contrastare la diffusione del virus, che circola forte. In Olanda le misure sono drastiche. E immediate. Mark Rutte ha annunciato il lockdown, che sarà ufficiale da oggi fino al 14 gennaio.

Leggi anche: Variante Omicron, in Italia nuove regole? La decisione il 23 dicembre

Tutto o quasi tutto chiuso. “E’ inevitabile a causa della quinta ondata che ci sta investendo con la variante Omicron”, ha annunciato il premier. Saracinesche abbassate quindi per tutte le attività non essenziali. Scuole, ristoranti, bar ed eventi pubblici non potranno andare avanti, mentre in casa potranno essere ospitate solo due persone, quattro a Natale e Capodanno. E se In Olanda la variante Omicron ha avuto un impatto forte, in Gran Bretagna l’allarme è altissimo, e la scienza lancia un appello pesante.

Omicron: lockdown in Olanda, in Gb allarme massimo

omicron
Variante Omicron, previsioni allarmanti (Getty Images)

Sono i numeri a dare la dimensione di quanto la variante Omicron abbia messo in ginocchio la Gran Bretagna. Sono circa 90 mila i contagi giornalieri, e la pressione sugli ospedali si fa pesante. Arriva quindi l’appello dagli scienziati e dal sindaco di Londra, che si è detto “incredibilmente preoccupato”. 

Leggi anche: Omicron, dall’Europa l’;allarme: “Molto feroce, può bucare i vaccini”

I modelli elaborati dalla scienza sull’impatto della variante raccontano uno scenario devastante. E i numeri non si erano mai visti. La scienza afferma che si potrebbe arrivare a fine mese a 600 mila contagi al giorno, con picchi da 2 milioni, e con ingressi negli ospedali che non permetterebbero in alcun modo di accogliere i pazienti e curarli. E intanto si accelera con i vaccini, ma con lo spettro di nuove misure che potrebbero blindare in casa gli inglesi durante le feste.