“Mafiosi”: blitz dei medici no vax all’Assemblea di Roma, è bagarre

É servito l’intervento della Polizia per placare la furia di alcuni medici no vax: all’Assemblea dell’Ordine di Roma accade di tutto. 

assemblea medici ordine roma
Bagarre dei medici no vax all’Assemblea dei medici a Roma (Youtube)

L’Assemblea dell’Ordine dei medici a Roma è stata interrotta bruscamente in segno di protesta. Una cinquantina di medici sono intervenuti durante il dibattito, fermando i lavori all’urlo di “mafiosi” e di “vergogna”. Hanno manifestato il loro dissenso contro gli obblighi vaccinali, e hanno creato il caos.

Leggi anche: ESCLUSIVA Pregliasco: “Lockdown mirati e coprifuoco contro Omicron”

Fra spintoni, urla, e un acceso confronto, si è reso necessario l’intervento delle forze dell’ordine, allertate per riportare la calma in sala. E le reazioni sono molte, in arrivo sia dal mondo della medicina che dalla politica. Il gesto è stato fortemente condannato, ma gli autori della protesta hanno voluto accendere i riflettori sulla vicenda e sulla sospensione degli stipendi per chi ha scelto di non incassare le dosi del vaccino. 

Medici no vax, protesta all’Assemblea dell’Ordine a Roma: Speranza condanna il gesto

assemblea medici
Urla e spintoni, succede di tutto all’Assemblea (Youtube)

Sulla vicenda è intervenuto il ministro della Salute. Roberto Speranza ha avuto un colloquio telefonico con il presidente dell’Ordine dei medici di Roma. Ha espresso solidarietà ad Antonio Magi, e gratitudine per il lavoro svolto nella dura fase di pandemia.

Leggi anche: Variante Omicron, il Regno Unito si arrende: “Forse è troppo tardi”

Anche il presidente della Federazione nazionale Ordine dei Medici ha commentato quanto accaduto, auspicando un intervento disciplinare per le persone che si sono rese protagoniste del gesto. “Buffoni”, e ancora “disgraziati”, prima del contatto fisico e dei tafferugli sfiorati. Ora rischiano una denuncia, che alimenta il dibattito fra le indicazioni in arrivo per provare ad arrestare la pandemia, e gli obblighi che hanno prodotto una protesta a quanto pare organizzata da tempo.