Ira tifosi Roma su Mou, ma che dici? Peres e Juan Jesus, e Pedro allora?

Fanno discutere le dichiarazioni di Mourinho dopo Venezia. Lo Special One boccia il mercato, rimpiange Peres e Juan Jesus, ma i tifosi gli ricordano Pedro ora alla Lazio

Caso Mourinho
Il tecnico della Roma Mourinho mentre viene intervistato (screenshot notizie.com)

Dall’entusiasmo dell’estate scorsa alla quasi depressione. Tutto in appena quattro mesi. E’ quello che sta succedendo all’ambiente della Roma da quando c’è José Mournho. Il suo arrivo aveva dato euforia incredibile alla piazza romanista, ma è bastato cominciare il campionato e andare avanti con le partite per tornare indietro e quasi ricredersi. E, sporgendosi poco più in là, il baratro e la definitiva caduta non sembra così impossibile. Non aver vinto uno scontro diretto, aver zoppicato in quasi tutte le gare, aver preso otto gol da una squadra sconosciuta come il Bodo Glimt in due partite, non sembra bastare.

LEGGI ANCHE>>Roma, adesso è crisi: Mourinho ko anche col Venezia. Ed ora?

Oltre alle 12 partite giocate e le 5 sconfitte subite, oggi nel post partita di Venezia-Roma, lo Special One è riuscito a fare di peggio. Già perché se parli in diretta tv e nel giro di pochi minuti le tute parole fanno alzare un polverone via social tra i tifosi della Roma, qualcosa non va. “Abbiamo una rosa meno forte di quella dell’anno scorso, vedo l’Inter che sostituisce Darmian ed entra Dumfries, o Romagnoli nel Milan. Qui non è così, Bruno Peres e Juan Jesus sono andati via, ma ci sarebbero stati utili”. Boom. Apriti cielo.

Moi non è più Special per i romanisti che ora insorgono e gli ricordano Pedro ora alla Lazio

José Mourinho cambia la Roma
José Mourinho (screenshot video YouTube)

Le parole di José non hanno attecchito come al solito tra la tifoseria anzi sono state prese quasi come una presa in giro. Frasi che l’allenatore dice adesso, dopo 15 partite e non quando doveva dirle, ovvero ad inizio stagione. Rimpiangere ora Bruno Peres e Juan Jesus, andati via da Trigoria quasi con l’applauso, e non citare Pedro, cacciato da Mou stesso in persona, in malomodo e come un appestato, si sta rivelando un clamoroso boomerang. “Ma che dici? Ma sei matto? Ma come ti permetti di dire queste cose adesso?”, il leitmotiv di tanti tifosi giallorossi via social, Instagram e Twitter.

LEGGI ANCHE>>Incredibile sulla A6 Torino-Savona: tir contromano a forte velocità – VIDEO

Nei confronti di Josè un po’ troppi insulti, considerando che non siamo arrivati nemmeno a Natale e ce fino a qualche giorno fa, veniva idolatrato da tutti. Ma è evidente che la Roma ha delle difficoltà mostruose ad organizzare una manovra offensiva e avere soprattutto un semplice gioco, dove ognuno sa quello che deve fare. Tanti romanisti hanno esultato agli addii dei due giocatori citati, ma anche su Pedro, non tanto per il giocatore, ma perché l’aveva deciso Mou. Ora però dopo il gol nel derby e le continue e strepitose prestazioni dello spagnolo con la Lazio, stanno facendo venire le bolle ai giallorossi. E se Mou non trova la quadra a breve, chissà mai se arriverà a Natale con l’amore folle di questa estate. L’idillio tra la gente e lo Special vacilla sempre di più. Occhio.