Caso Pamela, domani il processo: gli ultimi aggiornamenti

Caso Pamela Mastropietro, nella giornata di domani ci sarà un nuovo processo dove verranno ascoltate altre persone. Gli ultimi aggiornamenti in merito a questa triste vicenda

Processo Pamela Mastropietro
Processo Pamela Mastropietro (Ansa Foto) Notizie.com

E’ attesa per domani, mercoledì 25 gennaio, l’udienza in merito al caso di Pamela Mastropietro. Ovvero la 18enne romana uccisa e fatta a pezzi dopo che si allontanò da una comunità di Corridonia (provincia di Macerata). I suoi resti furono ritrovati chiusi in due trolley, a Pollenza, il 30 gennaio del 2018. Davanti alla Corte di Assiste di Appello di Perugia (per il processo bis) verrà ascoltato Innocent Oseghale. Quest’ultimo è stato condannato per aver ucciso la giovane. Secondo quanto riportano gli ultimi aggiornamenti pare che i giudici ascolteranno due uomini.

Gli stessi che, a quanto pare, avrebbero avuto rapporti con la ragazza, prima che la stessa incontrasse colui che l’ha uccisa. Nel frattempo la Cassazione, dopo che aveva confermato la condanna da parte del nigeriano per aver ucciso la ragazza, aveva disposto un appello bis con un’altra aggravante. Ovvero quello della violenza sessuale nei suoi confronti. Nel caso in cui questa dovesse cadere, allora per Oseghale ci potrebbe essere anche uno sconto della pena. Ricordiamo che l’uomo è stato condannato all’ergastolo: sia nel primo che nel secondo grado.

Processo Pamela, domani l’udienza: verranno ascoltati due uomini

Processo Pamela Mastropietro
Processo Pamela Mastropietro (Ansa Foto) Notizie.com

Nel frattempo sono arrivate anche le parole da parte dell’avvocato della famiglia di Pamela Mastropietro. Si tratta del legale Marco Valerio Verni, lo zio della ragazza. Queste sono state le sue dichiarazioni (rilasciate all’agenzia di stampa ‘Adnkronos’) a poche ore dall’udienza: “Crediamo nella giustizia, anche se la stessa fino a questo momento non è stata del tutto equa con noi. E neanche con la stessa Pamela“. finora la giustizia non è stata molto equa con noi e con Pamela.

Negli ultimi mesi la mamma della vittima, Alessandra Verni, ha scritto ben tre lettere al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al presidente del Consiglio, Giorgia Meloni ed anche al ministro della Giustizia, Carlo Nordio. La sua richiesta è molto semplice: quella di essere ascoltata e che si possa fare luce in questa vicenda. La sig.ra Verni è stata ricevuta al Quirinale da un consigliere del Capo dello Stato ed anche dal sottosegretario alla Giustizia Andrea Ostellari. In merito a questo incontro sono state fatte vedere le immagini di come il corpo di Pamela è stato ridotto.