Chris Hemsworth su Mad Max Furiosa: “La sceneggiatura più bella che abbia mai letto!”

Chris Hemsworth ci parla dell’attesissimo Mad Max Furiosa, elogiando in particolare la sceneggiatura del sequel diretto da George Miller

Fin dagli anni settanta il regista George Miller nutre con passione e dedizione la saga di Mad Max, per la quale sta girando un ulteriore sequel con Chris Hemsworth e Anya Taylor-Joy.

Mad Max Furiosa, atteso per il 2024, vedrà Anya Taylor-Joy nei panni dell’iconico personaggio interpretato da Charlize Theron nel precedente Mad Max: Fury Road (2015) e la star di Thor cimentarsi nel ruolo di villain.

Chris Hemsworth e la paura di rovinare la saga di Mad Max

Proprio il celebre esponente degli Avengers avrebbe rilasciato dichiarazioni particolarmente positive sulla pellicola in arrivo, che secondo il divo sembrerebbe poter vantare una scrittura di prim’ordine: “Ho appena finito di girare Furiosa con George Miller, fa parte della saga di Mad Max. Spesso riesco a capire chi sia il mio personaggio alla prima o alla seconda lettura del copione. Mi capita di provare questa sorta di viscerale attaccamento a esso. Questo l’ho letto due anni prima di cominciare effettivamente a girare e ricordo di aver provato una vera e propria ammirazione verso la sceneggiatura. Era lo script più bello che avessi mai letto, amo George Miller, ma non riuscivo a capire chi fosse il mio personaggio. Abbiamo fatto circa quattro settimane di prove e abbiamo cominciato a scavare e ad approfondire ed è stato a quel punto che ho cominciato a capirlo. E grossomodo due settimane prima di cominciare a girare è scattato qualcosa dentro di me e ho pensato ‘Oh, certo, adesso ho capito chi sia e come agisca’.”

Charlize-Theron in Mad-Max Fury-Road

Hemsworth ha poi concluso, confessando le sue paure sulla riuscita della sua performance: “Nel lasso di tempo che ha portato a tutto questo, e parlo di un bel paio di anni, ero terrorizzato. Pensavo costantemente che sarei stato quello che avrebbe fatto deragliare il franchise di Mad Max”.