Spareggi Mondiali, cambia la formula: la strada per il Qatar è più dura

La formula degli spareggi Mondiali ideata dalla Fifa è molto più complicata: ecco cosa dovranno fare le squadre per strappare il pass per il Qatar.

spareggi mondiali
Roberto Mancini vuole evitare gli spareggi per i Mondiali (Getty Images)

I ricordi si affollano nella testa dei tifosi italiani. Torna alla mente quel maledetto 2017. La débacle di Ventura, il botta e risposta con De Rossi, quella delusione storica e un mondiale senza il tricolore a sventolare. Lo spettro di un nuovo spareggio aleggia ed è concreto, ma quella partita deve essere solo un lontano ricordo. Non solo per archiviare un doppio confronto amaro, ma anche per una formula radicalmente variata rispetto a quella del 2017.

Leggi anche: Nuova avventura per Lele Adani, la decisione della Rai

Saranno 10 le squadre che finiranno al secondo posto nella fase che si concluderà con i match di stasera e domani, ed entreranno in un meccanismo nuovo, e per certi versi molto contorto e delicato. Ecco cosa bisognerà fare per strappare un biglietto e volare in Qatar.

Spareggi Mondiali: la nuova formula è una lotteria

mancini
Roberto Mancini (Getty Images)

In sostanza alle 10 seconde classificate si aggiungeranno Repubblica Ceca e Austria, che hanno acquisito il diritto ad una seconda chance grazie alla Nations League. Completato il quadro delle 12 nazionali che giocheranno gli spareggi, saranno composti 3 gironi da 4 squadre, in ognuno dei quali saranno inserite 2 teste di serie e 2 outsider. In ogni raggruppamento le due squadre più forti affronteranno le altre in semifinali giocate in casa delle teste di serie, e poi sarà finale.

Leggi anche: Berrettini: “Sono distrutto”, ma arriva il messaggio del numero uno

Dai 3 gironi usciranno quindi 3 finali, e a giocare in casa sarà la squadra baciata dalla dea bendata dopo il sorteggio, con il rischio di viaggi lunghissimi per chi è meno fortunato. Solo dopo queste “finali”, usciranno le 3 delle 12 squadre che dagli spareggi avranno in mano un biglietto di qualificazione ai mondiali di Qatar. Una formula complessa e molto delicata quindi, che l’Italia spera di evitare in 90 minuti infuocati.