Ghali-Salvini, atto secondo: il finale inaspettato

Novità in arrivo sulla vicenda che ha coinvolto Ghali e Salvini. Questa volta sono scese in campo ‘Le Iene’.

Matteo Salvini scontro Ghali
Matteo Salvini (screenshot video YouTube)

Le Iene protagoniste dell’atto secondo (o terzo se vogliamo considerare lo scontro a distanza del 2019) tra Ghali e Salvini. Dopo quanto accaduto a San Siro durante il derby, tra i due è andata in scena una vera e propria pace armata. Nel senso che non ci sono stati più commenti sulla vicenda anche se non c’era stato un vero e proprio chiarimento sull’accaduto.

LEGGI ANCHE <<< Derby, tensione alle stelle tra Salvini e Ghali: svelato il motivo

A mettere pace tra i due ci hanno pensato Le Iene. Il servizio che riguarderà proprio questa vicenda andrà in onda nella puntata di venerdì 12 novembre 2021, ma dalle prime indiscrezioni rilasciate da tutti i media nazionali il finale sembra essere davvero positivo. Ora resta da capire se la pace sarà duratura o in futuro ci saranno altri scontri.

La maglietta ‘della pace’

Ghali
Ghali, rapper italiano (screenshot video YouTube)

Sono state Le Iene le assolute protagoniste di questo secondo atto tra Salvini e Ghali. L’inviato Stefano Corti ha deciso di scendere in campo in prima persona per riportare la pace tra i due e, così, in momenti diversi ha incontrato il cantante e il politico.

Il primo ad essere fermato da Corti è stato Ghali. Il cantante, che al momento di questo incontro era a Milano, ha firmato una maglietta della nazionale tunisina con i nomi di entrambi. Maglietta che, poco dopo, è stata portata al leader della Lega in Calabria e chiesta di indossare come segno di pace.

LEGGI ANCHE <<< Il famoso rapper difende Ghali: “Salvini? Vada a rubare”

Un clima che tra i due è ritornato, almeno per il momento, disteso. Resta da capire se si tratta di una tregua armata oppure tra Ghali e Salvini la pace sarà definitiva. Difficile dirlo ora, sicuramente i prossimi mesi saranno importanti anche perché molto probabilmente ci sarà un nuovo incontro a San Siro. E in quel caso tutti gli occhi saranno su di loro.