“I Maneskin ci copiano”: duro attacco alla band

Un successo ormai planetario quello dei Maneskin, che però incassano il pesante attacco dalla band: “Ci copiano”. I fans non sono d’accordo.

Damiano Maneskin
Damiano, frontman dei Maneskin, sul palco dei Rolling Stones (Instagram)

I Maneskin sono ormai un fenomeno di portata mondiale. Non solo musicale, ma anche di stile, perché il loro rock ruvido, misto a ballate dai testi forti e convincenti, ha rapito proprio tutti. Il resto lo fa un look glam, poco incline alle mode attuali e molto in linea con il genere musicale della band. Dopo il successo a Sanremo, e il trionfo all’Eurovision, è arrivato l’attestato di stima da parte di Iggy Pop. Uno che di rock, stile e tendenze se ne intende. E a chiudere un cerchio fatto di successi e fans in delirio, è arrivato il messaggio di Mick Jagger. 

Leggi anche: Maneskin, spettacolo a Las Vegas: apertura degli Stones da sogno – VIDEO

L’invito ad aprire il concerto dei Rolling Stones si è trasformato in una esibizione che negli States ha conquistato proprio tutti, riaffermando che in Italia c’è una band che ha stravolto i canoni musicali, con un boom ormai internazionale. C’è però chi afferma di essere stato copiato dai Maneskin, ma i fans non sono d’accordo, e respingono l’accusa derubricandola ad un tentativo di sfruttare il momento d’oro di Damiano e della band.

“I Maneskin ci copiano”: l’accusa arriva dai Cugini di Campagna

cugini di campagna
L’attacco dei Cugini di Campagna, i fans non la prendono bene (Facebook)

L’accusa arriva dai Cugini di Campagna, e di sicuro in molti si saranno chiesti cosa avranno in comune i riccioluti e sentimentali protagonisti di molti successi, con la band romana dal suono forte e cattivo. Poco o nulla, se non forse il look che Damiano ha sfoggiato a Las Vegas. E i Cugini di Campagna lo hanno fatto notare, postando una foto del cantante Nick con un vestito simile a quello sfoggiato dal frontman dei Maneskin negli Usa.

Leggi anche: Fedez, i bambini lo scambiano per Sangiovanni: la reazione è inaspettata

“Basta copiare i nostri abiti”, hanno scritto sulla pagina Facebook, ma una domanda sorge spontanea. É evidente che il look a stelle e strisce sia molto utilizzato, ed era inevitabile che una band attenta allo stile come i Maneskin volesse fare un tributo ad una nazione innamorata della band. E sui social, i fans non l’hanno presa per niente bene. Del resto, aprire un concerto dei Rolling Stones a 20 anni davanti ad un pubblico in delirio, è la vera notizia che rende orgoglioso il panorama musicale italiano. Senza badare troppo agli abiti e a somiglianze anche lecite vista la portata di un evento planetario.