Ville e casali per un Natale diverso: ecco la moda del 2022

Sono gli stessi  proprietari che hanno deciso di aprirle anche ad affitti brevi, un modo per fronteggiare i tanti rincari dell’ultimo periodo

Le festività natalizie sono un’occasione perfetta per passare del tempo in famiglia, con i propri cari e per condividere momenti conviviali piacevoli e divertenti, ma non solo. In molti, durante questo periodo, decidono di prendersi qualche giorno per dedicarsi a scoprire le bellezze del nostro Paese.

Trascorrere le feste di Natale lontano dalle città

Un fenomeno in costante crescita quello degli italiani che scelgono di trascorrere il periodo delle festività natalizie lontano da casa, ma comunque senza rinunciare al calore che una dimora può regalare. Ecco quindi la riscoperta di ville e casali dove riunirsi tra amici per dimenticare lo stress della vita moderna e godersi la magia del Natale lontano da casa.

Ville, casali e antichi poderi a disposizione

Natale e Capodanno sono alle porte ed è subito tempo di vacanze e di prenotazioni. La voglia di viaggiare e di trascorrere un periodo in tranquillità, magari coi propri cari, non manca agli italiani che dopo due anni di pandemia stanno riscoprendo il piacere di allontanarsi da casa. La novità di quest’anno per le festività è la grande disponibilità, anche per affitti di brevi periodi, di ville e casali di pregio e antichi poderi, visto che i  proprietari hanno deciso di metterli a disposizione anche per fronteggiare il caro bollette e i tanti rincari dell’ultimo periodo. Insomma, anche i ricchi piangono, ma almeno c’è la possibilità per tutti di poter trascorrere in maniera diversa le festività, allontanandosi da casa, ma senza spendere una fortuna per prendere l’aereo e visitare mete troppo lontane.

Il calore di un casale tutto di legno –

Molti italiani scelgono una soluzione più “comoda”

Infatti, dopo un’estate in cui è stato riscontrato un raddoppio delle prenotazioni totali di ville e casali di pregio sul 2021, anche i primi indicatori sulle prossime vacanze natalizie fanno ben sperare. Il dato conferma la grande prevalenza degli italiani rispetto ai turisti stranieri, un fenomeno registrato già negli ultimi anni. Stando ai primi numeri, 4 turisti su 5 sono italiani (38% residenti al Nord, 50% al Centro, 12% al Sud), provengono soprattutto dal Lazio, in prevalenza romani, per la voglia di evadere dalla città e dalla Lombardia, con in testa i milanesi.

La voglia di stare insieme si traduce, soprattutto, nella richiesta di comfort quali l’ampio salone o soggiorno, un camino con legna in dotazione e spazi interni ludici come le sale biliardo oppure le aree benessere. La regione preferita dagli italiani per andare a trascorrere un Natale diverso non poteva che essere la Toscana, seguita poi da Umbria e Liguria. Un trend che già era emerso l’estate passata per un modo differente di trascorrere le vacanze.