Il racconto di Rosalinda Cannavò a Verissimo: “Soffrivo di anoressia: pesavo 32kg e pensavo al suicidio”

L’ex gieffina vip e attrice Rosalinda Cannavò ha raccontato di uno dei periodi più bui della sua vita: il periodo della lotta contro l’anoressia. 

Lei è una delle attrici e influencer, nonché personaggio tv, più amate dal grande pubblico, grande protagonista delle serie Mediaset, come L’onore e il rispetto, Il peccato e la vergogna e Furore. 

Stiamo parlando di Rosalinda Cannavò che iniziò la sua carriera nel mondo dello spettacolo con il nome d’arte di Adua Del Vesco. L’attrice è stata una delle grandi protagonista delle quinta edizione del Grande Fratello Vip, condotto su Canale 5 da Alfonso Signorini.

Proprio nella casa più spiata, Rosalinda Cannavò iniziò un percorso culminato con l’addio al nome d’arte e che portò alla rivelazione di numerosi e bui retroscena sulla sua carriera e in generale sul mondo patinato della tv.

Le parole di Rosalinda Cannavò

Domani – sabato 24 settembre – andrà in onda su Canale 5, dalle ore 16.00 su Verissimo, l’intervista rilasciata da Rosalinda Cannavò a Silvia Toffanin. L’attrice ha presentato il suo libro, Il riflesso di me, nel quale parla di un periodo drammatico della sua vita, ovvero la lotta contro l’anoressia. Ha raccontato l’attrice: “Avevo affidato la mia vita ad altre persone. Mi era stato detto che per la televisione dovevo perdere dei chili. Per questo per tantissimi anni sono sprofondata nell’anoressia, ma non mi rendevo conto. Non avevo la percezione di come fossi”.

Rosalinda Cannavò ha spiegato che in quel periodo era dipendente dai farmaci, pesava 32kg e pensava di togliersi la vita. Ha continuato: “Credevo a tutto quello che mi dicevano e mi lasciavo condizionare. Oltre al cambio nome sono cambiata interiormente: ho iniziato a comportarmi diversamente da come ero io, questo mi logorava dentro”.

La rinascita dell’attrice

Nel corso dell’intervista l’attrice ha spiegato che la morte di Teodosio Losito – avvenuta quattro anni fa – ha cambiato per sempre la sua vita: “È stato un evento molto duro che mi ha svegliato da un incubo. Ho capito che dovevo allontanarmi da quel mondo che mi stava distruggendo come ha fatto con lui. Dopo la sua morte ho fatto un viaggio a Lourdes per ritrovare la fede che avevo perso nel corso degli anni. Oggi sento Teodosio molto vicino. Ovunque sia, lo penso ogni giorno spero che la giustizia faccia il suo corso”.

Ha concluso l’ex gieffina: “Adua non esiste più, è solo un ricordo. Finalmente è finto quest’incubo. Oggi non permetto più a nessuno di approfittarsi di me”. Oggi Rosalinda Cannavò è felice, si è ripresa la sua vita e vive una bellissima storia d’amore con Andrea Zenga – figlio di Walter – conosciuto nella casa del GF Vip.