Premier Padel, Galan e Lebron senza limiti: il P1 di Madrid è loro!

La coppia numero uno al mondo si impone pure nella prima edizione del torneo di seconda categoria nel neonato circuito organizzato dalla Federazione Internazionale di Padel (FIP) e promosso dalla Professional Padel Association (PPA) e da Qatar Sports Investments (QSI)

Arriva anche il terzo titolo Premier Padel consecutivo per la coppia spagnola composta da Lebron e Galan, che vincono “la bella” contro Navarro e Di Nenno nel Madrid P1. Un successo arrivato in 3 set, 5-7, 6-2, 6-3, che incorona ancora una volta campioni i due numeri uno al mondo, in finale per la quarta volta su quattro tornei del neonato circuito organizzato dalla Federazione Internazionale di Padel (FIP) e promosso dalla Professional Padel Association (PPA) e da Qatar Sports Investments (QSI), tre delle quali proprio contro la coppia affrontata stasera.

Galan e Lebron
Galan e Lebron campioni al P1 Madrid di Premier Padel, giocato al WiZink Center (Premier Padel)

Avevano perso la prima a Doha, poi era arrivato il trionfo a Roma, quello successivo a Parigi (l’unico disputato contro altri avversari, gli argentini Chingotto e Tello) e infine questo a Madrid, che non è un Major ma resta un torneo di livello altissimo. E alla prima edizione hanno vinto proprio loro due, offrendo uno spettacolo unico ai tanti tifosi presenti al Wizink Center della capitale spagnola.

Lebron e Galan ancora campioni

Ale Galan
Ale Galan al Madrid P1 (Premier Padel)

Grande soddisfazione ovviamente per i due spagnoli al termine dell’incontro: “Siamo in una condizione che dobbiamo sfruttare – ha detto Juan Lebroned è meraviglioso farlo di fronte a questa gente, con un pubblico meraviglioso. Gli ultimi due anni sono stati particolari per via delle restrizioni dovute alla pandemia e ritrovarci con tutte queste persone a fare il tifo per noi è incredibile. Questa vittoria la dedico a tutta la mia famiglia che era qui presente. Voglio anche fare i complimenti a Navarro e Di Nenno. Abbiamo offerto agli spettatori una partita incredibile e non sarebbe stata così senza loro. E poi voglio complimentarmi con il mio compagno di squadra Ale Galan, perché ha fatto un torneo pazzesco, un ‘torneazo’. Come è possibile essere in condizioni fisiche eccezionali fino all’ultimo punto della finale? Merito degli allenamenti e della nostra nutrizionista“. Gioia enorme e doppia pure per Ale Galan, che ha giocato in casa nella sua Madrid: “Quello che abbiamo appena vinto è stato un torneo molto esigente. Credo che questo abbia influito nel farci trovare energie e forze supplementari, per restare a un livello altissimo. Una gioia incredibile riuscire a vincere contro una coppia fortissima come Navarro e Di Nenno: 3 finali di Premier Padel su 4 le abbiamo giocate contro di loro e non è certo un caso. E poi vincere in casa, davanti ai miei amici e la mia famiglia, rende il tutto ancora più piacevole. Abbiamo avuto una crescita graduale partita dopo partita. Inizialmente non giocavano il padel che avremmo voluto, quello a cui siamo abituati, poi siamo riusciti ad arrivare al nosto livello“.