Madonna sul proprio biopic: “Nessuno racconterà la mia storia tranne me”

Madonna ha spiegato perché non avrebbe mai potuto far dirigere e scrivere il proprio film biografico da qualcun’altro.

LEGGI ANCHE > The Gray Man bocciato dalla critica e osannato dal pubblico!

E’ una leggenda della storia della musica e, adesso, Madonna entrerà a gamba tesa anche nella storia del cinema, dirigendo in prima persona la propria biografia su schermo. Icona del femminismo del secondo novecento, la cantante statunitense ha dato più di un valido motivo per non affidarsi ad un regista esterno, ribadendo l’importanza di trasmettere ogni momento con la giusta intenzione: “Ho avuto una vita straordinaria, devo fare un film straordinario. È stato anche un attacco preventivo, perché molte persone stavano cercando di fare film su di me. Perlopiù uomini misogini. Così ho messo il piede nella porta e ho detto ‘Nessuno racconterà la mia storia tranne me”. La stesura della sceneggiatura è venuta in collaborazione con Diablo Cody e va avanti già dal 2020, in cui Madonna dichiarò: “Il fulcro di questo film sarà sempre la musica. La musica mi ha fatto andare avanti e l’arte mi ha tenuto in vita. Ci sono così tante storie non raccontate e stimolanti. E chi è meglio di me per raccontarle. È essenziale condividere la corsa sulle montagne russe della mia vita con la mia voce e la mia visione”. Il film sarà in tutto e per tutto espressione della volontà della leggendaria star, che ha già effettuato la scelta più importante: l’attrice che interpreterà Madonna è la talentosa Julia Garner, già ampiamente apprezzata su Netflix con le serie Ozark e Investing Anna.