I Maneskin scrivono la storia: arriva il riconoscimento più grande

La band romana ha portato a casa l’ennesimo successo, confermando la stagione straordinaria. Un successo storico.

maneskin
I Maneskin, trionfano ancora (GettyImages)

In ambito musicale il 2021 sarà per sempre ricordato come l’anno dei Maneskin. La rock band romana si è aggiudicata il Festival di San Remo, l’Eurovision Song Contest, ha aperto il concerto dei Rolling Stones ed ha dominato la scena. Per la band capitanata da Damiano David, è arrivato un altro prestigioso successo, che gli consente di scrivere un’altra pagina straordinaria nella storia della musica.

La band romana si è infatti imposta come miglior gruppo rock agli Mtv Ema di Budapest, superando avversari in nomination del calibro di Coldplay, Foo Fighters, Imagine Dragons, Kings Of Leon e The Killers. I Maneskin entrano di diritto nella storia della musica italiana. Mai, fino ad oggi, avevamo assistito ad un successo italiano in una categoria internazionale nella storia degli European Music Awards.

LEGGI ANCHE: Maneskin, Damiano conquista San Gregorio Armeno

In molti ci dicevano che non ce l’avremmo fatta con la musica. Beh, si sbagliavano”. Queste le prime parole di Damiano, frontman del gruppo, una volta salito sul  palco di Budapest (in slip di pelle luccicanti, stivali e reggicalze) per ricevere il premio come miglior band rock agli Mtv Ema. Più tardi è arrivato il commento dell’account ufficiale del gruppo. “Miglior gruppo rock, andiamo!!!! Questo premio significa tantissimo per noi. Grazie a Mtv Ema per tutte le nomination e per averci permesso di suonare in un palcoscenico da sogno. Infinita gratitudine per tutti quelli che ci hanno supportato e votato, vi amiamo”.

LEGGI ANCHE: “I maneskin ci copiano”. Duro attacco alla band

Maneskin: “Peccato per i diritti civili”

Damiano, leader e cantante dei Maneskin (GettyImages)

L’ennesimo trionfo dei Maneskin ha scatenato la reazione di tutti i fan della band. Il gruppo ha festeggiato lanciando anche un messaggio dedicato ai diritti civili: “Quest’anno, in particolare, bisogna andar fieri del nostro paese per i risultati raggiunti non solo da noi ma da tanti sportivi e da personalità della cultura. Peccato per i diritti civili, dove continuiamo a rimanere indietro e invece per noi sarebbe stata la vittoria più importante”. L’evento di Mtv si è svolto in un paese come l’Ungheria nel mirino per il mancato rispetto dei diritti della comunità Lgbt+. “Siamo sempre schierati da quella parte – dice la band – sia sul palco che nella vita privata”.