Lite furiosa Lotito-Figc su infortunio Immobile: botta e risposta al veleno

Durante la presentazione del tour dell’Olimpico, il patron della Lazio torna sull’incidente di Immobile in nazionale e si scatena l’inferno tra lui e la Figc

Claudio Lotito intervista
Il patron dei biancocelesti Claudio Lotito (screenshot video YouTube)

Non c’è niente da fare. Quando ci cono Lotito e la Federcalcio col presidente Gravina nello stesso posto può succedere di tutto. Durante la presentazione del tour dello stadio Olimpico, al patron della Lazio viene chiesto dell’infortunio di Immobile. Apriti cielo. Il presidente biancoceleste parte piano, poi piazza la bomba: “Io so solo che quando Ciro è partito per la nazionale non aveva niente, era sano, poi si è allenato e si è infortunato“.

LEGGI ANCHE>>Un passante chiede al poliziotto dove sta la banca ma; VIDEO

Uno schiaffo in faccia diretto allo staff medico azzurro, senza alcun timore anzi con disprezzo quasi. “Noi come Lazio abbiamo un’assistenza particolare, siamo abituati a prevenire certe situazioni. Abbiamo pochi infortuni e cerchiamo di prevenire ogni situazione, ma quando i giocatori passano tra le mani di altri staff si possono verificare situazioni che forse potevano essere evitate, anche perché quando Immobile è partito per la nazionale non aveva nulla. non so se si è allenato con gli altri o a parte, fatto sta che ora sta male”.

Replica la Federcalcio: “Ciro non ha messo piedi in campo è arrivato a Coverciano che stava già male”

Ciro Immobile
Ciro Immobile, recordman di gol nella storia della Lazio

Il presidente della Federcalcio Gravina appena ha saputo dello sfogo del patron della Lazio è andato su tutte le furie. Tanto che, poco dopo, è arrivata la precisazione del professor Andrea Ferretti, Responsabile Area Medica della Nazionale: “Ciro Immobile si è presentato al raduno riferendo un dolore al polpaccio insorto nella partita del giorno prima. Come gli altri giocatori arrivati in condizioni non perfette, è stato previsto un recupero in acqua per il giorno dopo e nessuno di loro si è allenato.”

LEGGI ANCHE>>Tifosi giallorossi contro i media:;Mourinho non si tocca. Siete Avvisati!

E ancora, spiegando tutto quello che è successo nel periodo di Coverciano. “Trascorse le 36 ore canoniche – ha spiegato il dottore azzurro -, abbiamo sottoposto Ciro e altri a una risonanza magnetica. Mostrava dei segni di sofferenza al muscolo soleo sulla base dei quali è stato ritenuto non recuperabile per le nostre partite. Ed è tornato in sede. Il fatto che non fossimo stati informati può succedere nella concitazione del dopo partita. Può succedere che i nostri colleghi omettono di segnalare l’accaduto. Nessun problema”. Fine della prima punta.