Alfredo Pedullà distrugge Antonio Cassano in diretta: che attacco!

Alfredo Pedullà risponde alle accuse di Antonio Cassano in diretta su ‘Twitch’ e lo demolisce: che attacco da parte del giornalista di ‘Sportitalia’

Pedullà risponde a Cassano
Alfredo Pedullà (screenshot video YouTube)

Nella serata di ieri, alla ‘Bobo Tv‘ su Twitch, Antonio Cassano ha attaccato nuovamente coloro che lo avevano criticato. Anche in questa occasione non ha voluto fare nomi a riguardo, ma in molti hanno subito capito con chi ce l’avesse. L’ex calciatore non è nuovo a queste uscite che possiamo benissimo definirle “Cassanate”. Poco fa, durante la diretta sempre sul canale ‘Ocwsport‘ su ‘Twitch’ (con padrone di casa ‘Il Pancio‘) sono intervenuti Enock Balotelli, Damiano ‘Er Faina’ ed anche Alfredo Pedullà.

LEGGI ANCHE >>> Clamoroso Cassano: che attacco a ‘Er Faina’, Ocw Sport e Caressa VIDEO

Proprio il giornalista di ‘Sportitalia’ ha voluto rispondere alle ultime dichiarazioni del barese (“Ci sono ancora troppi incompetenti, leccac**i, ecc.. che continuano ancora a parlare di calcio. Voglio ricordare che noi siamo i “numeri uno”. Senza ‘se’ e senza ‘ma’. ‘Bobo Tv’ unica. Attaccatevi al c***o, ok? Venite, venite, attaccati al c***o, coso. Lele sa di chi parlo, a buon intenditore poche parole. E annamo”) usando un bel pizzico di ironia che ora vi riportiamo.

Pedullà distrugge Cassano

Queste le parole di Pedullà nei confronti di Cassano: “Se domani smetto di fare il giornalista non mi danno gli scarpini. Se tu hai smesso di fare il calciatore non te li danno i congiuntivi se non li conosci. Mi dispiace che scada nella volgarità, anche uno come Adani che stimo non è intervenuto per interrompere le parole di uno che insulta. Siamo in piena civiltà. Ha sbagliato molto nella sua storia: con Garrone, Capello. Evidentemente non cambia mai.

Non fa nomi e cognomi. Potrebbe anche farli perché lì non serve il congiuntivo. Gli viene bene, altrimenti sarebbe un disastro. Non rispetta i giudizi degli altri. Non possiamo fare un discorso libero in un paese che dovrebbe essere libero semplicemente perché lui ce l’ha con tutti. Tra l’altro non ne ha risparmiato uno: credo sia la frustrazione della depressione di quando smetti. Jorginho scarso, ridicolo e lento. Immobile 160 gol li ha fatti con i congiuntivi “calcistici” e mi dispiace che finisce in caciara con discorsi che nessuno interrompe.

LEGGI ANCHE >>> Caressa umilia Cassano in diretta su ‘Twitch’: che attacco al barese VIDEO

Quando uno dice in quel modo “Attaccatevi al treno” e senti pure le risate, è una roba che fa parte del degrado. Facesse nomi e cognomi, anche lì non servono i congiuntivi. Ognuno è nato per fare quello che deve fare, ma non mi permetterei mai di dire che tutti i calciatori sono scarsi e tutti i giornalisti sono dei lecca****. Si può mai andare prevenuto su chiunque?”.