Roma-Bodo/Glimt, furia Mourinho: pesante attacco all’arbitro

Roma-Bodo/Glimt, alla fine della partita è intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’ l’allenatore dei giallorossi, José Mourinho. Quest’ultimo non le ha mandate a dire al direttore di gara

Jose Mourinho
Jose Mourinho ha violato le regole anti-Covid (screenshot video YouTube)

Non è per nulla un Mourinho soddisfatto (e non potrebbe essere altrimenti) dopo la gara non perfetta disputata dalla sua squadra contro il Bodo/Glimt. I norvegesi, dopo il roboante risultato dell’andata (6-1), ottengono un punto importantissimo sul prato verde dell’Olimpico e che li portano al comando della classifica proprio davanti ai giallorossi. Finisce 2-2.

Questi ultimi, però, hanno molto da recriminare visto che non sono stati assegnati due calci di rigori netti per altrettanti falli di mano non fischiati dal direttore di gara dell’incontro, il greco Anastasios, per nulla impeccabile. Ricordiamo che in Uefa Conference League non c’è il VAR e quindi l’arbitro non si è potuto consultare con nessuno.

Poco dopo la fine della partita lo ‘Special One’ è intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport‘ intervistato dal giornalista Angelo Mangiante e ha parlato della partita. Non sono mancate le frecciatine verso il fischietto greco.

LEGGI ANCHE >>> Conte, esordio ok con il Tottenham: ma quanta sofferenza…

Roma-Bodo/Glimt, ira Mourinho contro Anastasios

Il manager ha ammesso che i suoi non hanno fatto per nulla una buona partita e che hanno sbagliato tecnicamente. Soprattutto i centrocampisti come Darboe e Veretout che hanno perso molti palloni. Nemmeno il reparto offensivo ha risposto alla grande con Zaniolo ed Abraham che hanno avuto molte difficoltà. Non sono mancati i complimenti all’attaccante avversario, Solbakken, per la prima rete degli ospiti anche se, come ha confermato lo stesso portoghese, per tutta la partita ha toccato un solo pallone perché Ibanez non gli ha fatto mai vedere la sfera.

LEGGI ANCHE >>>Roma-Bodo/Glimt, gli ospiti provocano i giallorossi nel pregara – FOTO

Rigori? “Due nettissimi a nostro favore non fischiati. Ora l’arbitro torna tranquillo in Grecia. Non ho problemi con lui, ma in questa competizione ci sono arbitri scarsi, gente che inizia la carriera a livello internazionale, non lo so. Quando abbiamo perso all’andata non ho detto una sola parola sull’arbitro perché la colpa era solo nostra. Oggi mi spiace ma c’erano due rigori netti ed è tanto“.