Bertolotti (Ispi): “I talebani si stanno dimostrando incapaci di gestire il Paese”

Claudio Bertolotti, ricercatore dell’Ispi, in esclusiva ai nostri microfoni sul nuovo annuncio dei talebani: “La vecchia leadership continua a confermarsi”.

Un nuovo annuncio dei talebani spaventa il mondo. Il mullah in un messaggio ha svelato la propria volontà di lapidare le adultere in pubblico. Una reintroduzione della fustigazione che peggiora maggiormente la condizione delle donne in Afghanistan. Noi di questo ne abbiamo parlato in esclusiva con Claudio Bertolotti, ricercatore dell’Ispi.

Esclusiva Bertolotti talebani
L’annuncio dei talebani spaventa l’Occidente – Notizie.com – © Ansa

Dottor Bertolotti, i talebani hanno annunciato di voler lapidare le adultere in pubblico. Cosa c’è di vero e perché lo hanno fatto.

E’ assolutamente tutto vero. I talebani si stanno dimostrando incapaci di gestire il proprio Paese. Di fatto stanno riportando l’Afghanistan ad una visione tradizionale che corrisponde a quella nella quale sono cresciuti e dove si è consolidato il fondamentalismo estremamente rigido. Questo è particolarmente vero per la vecchia generazione, ma in parte caratterizza anche la nuova. Inoltre, si è sempre in attesa del cambio generazionale. Se questo porterà ad una apertura alla società civile è difficile da dire. In questo momento la vecchia leadership si sta confermando“.

Una posizione che rende difficile il dialogo con l’Occidente.

In realtà non è così. L’Europa fa dell’aspetto dei diritti umani un limite che non può essere superato. La Cina, la Russia e gli Stati Uniti dialogano in maniera costruttiva, diretta, esplicita e chiara. I primi due Paesi hanno delle forme di collaborazioni molto strette sul piano economico, gli Usa su quello della sicurezza. Insomma, per gli americani i talebani sono il soggetto interlocutore contro il terrorismo. Un qualcosa di paradossale se si pensa che la famiglia dell’attuale ministro degli Interni è molto vicina ad Al Qaeda“.

Impostazioni privacy