La forte tempesta “seppellisce” di erbacce la città: strade ricoperte, case circondate

Il forte vento sommerge una città di piante infestanti, bloccando tutti gli abitanti nelle proprie abitazioni

Un’intera città in ostaggio… delle piante. È questo il singolare contesto in cui sono costretti a vivere nella piccola cittadina statunitense di South Jordan, situata nello Utah. Le persone sono impossibilitate a uscire dalla propria abitazione a causa del proliferare per strada di erbacce che rendono complicati perfino i movimenti a bordo di mezzi stradali. Colonne, talvolta alte anche tre metri, spiccano tra le case creando uno scenario particolare, ma non nuovo nel continente. Già in passato, infatti, negli Stati Uniti si sono vissute circostanze simili, tra cui la diffusione delle medesime erbe infestanti che ha bloccato per non poco tempo la località vicina di Eagle Mountain. Ma non solo. Basti pensare anche al 31 dicembre del 2020, quando alcuni automobilisti sono stati obbligati a ‘festeggiare’ nella vettura il passaggio al nuovo anno, perché completamente sommersi; o a due anni prima, quando a essere immobilizzati furono, invece, alcuni comuni della California.

Ma cosa ha portato a questa situazione – all’apparenza e forse non solo – apocalittica? La risposta al lecito quesito è: il vento. Il forte soffiare di questo, infatti, ha comportato un rapido spostamento di un’enorme quantità di materiale erbaceo che ha totalmente seppellito la città, riempendone le strade limitrofe alle abitazioni e fermando la quotidianità dei suoi abitanti.

I residenti si danno da fare

Un quadro paradossale e al quale i cittadini hanno dimostrato di non voler assolutamente sottostare. Da giorni, quindi, hanno dato il via a un vero e proprio processo di bonifica dell’area a loro circostante. Ognuno prova a dare il suo contributo nella speranza che, con il migliorare del meteo, il problema possa essere definitivamente superato e si possa tornare a una vita serena com’era prima.

Gli abitanti agiscono per rimuovere le erbacce
Un rastrello mentre raccoglie delle foglie – Notizie.com

Armati di pala e rastrello, dunque, i residenti stanno lavorando per loro stessi e per liberare la zona da quella che un cittadino locale, ai microfoni dell’emittente KSL TV ha definito: “Una circostanza pazzesca!” – per poi aggiungere – “Non si può esprimere a parole quello che vediamo“. La ripetitività, d’altronde, non sembra aver reso l’evento meno drastico, probabilmente perché, a detta dello stesso abitante: “Abbiamo avuto l’erbaccia anche in altre occasioni, ma non abbiamo mai visto niente del genere“. Servirà, dunque, uno sforzo doppio. Ognuno dovrà fare la propria parte per rimuovere queste fastidiosissime erbacce dalle vie, dalle case e perfino dalle automobili, ormai interamente coperte, ponendo così fine all’ennesima infestazione.

Impostazioni privacy