Regionali Abruzzo, D’Alfonso (Pd) a Notizie.com: “La forza di D’Amico sono gli studenti, vincerà”

In Abruzzo, il vero grande alleato di Luciano D’Amico sono gli studenti. Non esistono modelli da trasportare. Basilicata e Piemonte dovranno scegliere il migliore presidente possibile, noi l’abbiamo fatto”.

Luciano D’Alfonso, deputato del Pd ed ex presidente della Regione Abruzzo, è in piena campagna elettorale e con le sue parole ai microfoni di Notizie.com fa capire a chi, in particolare si rivolge il campo largo del centrosinistra per le elezioni in Abruzzo: i giovani.

Regionali Abruzzo, D'Alfonso (Pd) a Notizie.com: "La forza di D'Amico sono gli studenti, vincerà"
Regionali Abruzzo, D’Alfonso (Pd) a Notizie.com: “La forza di D’Amico sono gli studenti, vincerà” (Ansa Foto) – notizie.com

Da rettore dell’Università degli Studi di Teramo ha laureato 20mila persone che sono innamorati di lui, determinando nei fatti il vero grande alleato: gli studenti”. E aggiunge che “ogni Regione ha una storia a sé” ma che l’Abruzzo può essere un esempio per i cittadini Basilicata e Piemonte: “Lucani e piemontesi dovranno scegliere la migliore classe dirigente possibile col migliore presidente possibile. Noi in Abruzzo l’abbiamo trovato”.

Onorevole D’Alfonso, il campo largo può replicare la vittoria della Sardegna in Abruzzo?
Ci aspettiamo che Luciano D’Amico prenda tutto ciò che merita dagli abruzzesi. È oggettivamente competente. È stato rettore dell’Università degli Studi di Teramo e da presidente della Società Unica Abruzzese di Trasporto ha risanato due società pregresse piene di debiti, in modo innovativo, partecipato e generando la quarta società italiana nel campo del diritto al trasporto. Ha laureato 20mila persone che sono innamorati di lui, determinando di fatto il vero grande alleato: i suoi studenti”.

Luciano D'Amico, Elly Schlein
Luciano D’Amico, Elly Schlein (Ansa Foto) – notizie.com

La campagna elettorale contro il centrodestra sarà più difficile in Abruzzo. È d’accordo?
La nostra vittoria coincide con la capacità di convincimento, della storia personale, sociale e professionale di Luciano D’Amico, che è tutta raccontabile. Dovunque sia stato ha composto ogni differenza. La vittoria, sorella del convincimento, lo riguarderà. Anche adesso, ovunque vada, trova sempre comunità, numeri sterminati, masse di abruzzesi che vogliono replicare e ingrandire la campagna elettorale”.

Passiamo alle altre regioni. Come procede in Piemonte e in Basilicata?
Ogni regione è una storia a sé. In Abruzzo più che ai partiti, facciamo appello ai cittadini. In Basilicata e in Piemonte dovranno essere i lucani e i piemontesi a scegliete la migliore classe dirigente possibile, col migliore presidente possibile. Noi in Abruzzo l’abbiamo trovato, ma non esistono modelli da trasportare”.

Impostazioni privacy