Pregliasco: “In Sardegna il centrodestra ha perso per un motivo”

Lorenzo Pregliasco, fondatore di Youtrend, ai microfoni de ‘La Repubblica’ ritorna sulle elezioni in Sardegna e sulla sconfitta nel centrodestra.

Continua il dibattito politico sulle elezioni in Sardegna. La discussione è particolarmente accesa all’interno del centrodestra per cercare di capire i motivi della sconfitta. E su questi si è soffermato anche Lorenzo Pregliasco in un’intervista a La Repubblica.

Intervista La Repubblica Pregliasco
Lorenzo Pregliasco commenta la sconfitta del centrodestra in Sardegna – Notizie.com – © Ansa

Il fondatore di Youtrend sottolinea come “il voto disgiunto ha penalizzato il centrodestra. Presumibilmente parte degli elettori leghisti hanno fatto perdere Paolo Truzzu“. Quindi in molti non hanno accettato la scelta di FdI di forzare la mano per la non confermare Solinas. Una scelta che non ha assolutamente pagato e favorito la vittoria della Todde in queste elezioni.

Elezioni in Sardegna, riflessioni in corso nel centrodestra

Intervista La Repubblica Pregliasco
Il consiglio di Pregliasco ai partiti – Notizie.com – © Ansa

Le elezioni in Sardegna potrebbero portare presto a delle riflessioni nel centrodestra in vista delle altre regionali. Se in Abruzzo il nome di Marsilio sembra essere una sicurezza, c’è da risolvere la questione Basilicata. Forza Italia spinge per la conferma di Bardi, ma si tratta di un profilo che non proprio condiviso da tutti. Vedremo se il passo falso in terra sarda porterà la coalizione a chiudere la partita già in questi giorni oppure si seguiranno le tempistiche utilizzate per la Sardegna.

Una cosa, però, per Pregliasco è certa: “La morale può essere che se imponi un nome dalla Capitale c’è il rischio di conseguenze negative sul territorio“. Quindi la discussione deve essere fatta direttamente a livello locale e non nazionale.

Ora la partita si sposta in Abruzzo

Intervista La Repubblica Pregliasco
La partita si sposta in Abruzzo – Notizie.com – © Ansa

Naturalmente ora la partita si sposta in Abruzzo. La sinistra, dopo il risultato in Sardegna, spera di poter ribaltare la situazione anche qui. Ma non sarà per nulla semplice considerando anche i nomi in corsa. Marsilio, infatti, è molto diverso da Truzzu e vedremo cosa succederà con il voto del 10 marzo. Si tratta, comunque, di un passaggio fondamentale anche a livello nazionale.

Impostazioni privacy