Meloni alla stampa estera: “Ho perso non sono contenta, ma vorrei il Premierato per dare più democrazia”

Il presidente del Consiglio non rimanda l’invito che gli è stato fatto dai giornalisti stranieri e scherza: “Sono venuta qui ma non posso affogare i dispiaceri nell’alcool per via della Quaresima”

Non è proprio il giorno giusto per parlare, ma il presidente del Consiglio Giorgia Meloni non si sottrae all’invito che la stampa estera gli aveva rivolto settimane fa. E’ il giorno dopo la sconfitta in Sardegna che forse non si aspettava, ma è stata evidente, ma lei non si nasconde e prova anche a scherzarci sopra: “Mi invitate nel giorno in cui perdo le elezioni in Sardegna, sto pure facendo la Quaresima e non posso neanche affogare i miei dispiaceri nell’alcol”, dice comunque col sorriso e aggiunge: “Diciamo che non è proprio la giornata migliore per aspettarsi da me della simpatia e dell’allegria. E’ andata così“.

Il Premier
Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni alla stampa estera (Ansa Notizie.com)

Cerca di passare la giornata in qualche modo, ma lo fa a modo suo, cercando comunque e sempre di sdrammatizzare una giornata che non le è proprio favorevole per via delle elezioni in Sardegna. Magari vorrebbe dire tante cose, ma si risparmia e, forse, si morde la lingua e spiega: “Il tempo è quello che è mancato ai governi italiani: a questa nazione serve stabilità, per dare priorità agli investimenti, avere una strategia, governare i poteri economici“. Ed è un assist che si fa da sola per parlare del Premierato, una riforma a cui tiene tanto e sottolinea proprio che “quello che vorrei fare io è che chi governa lo scelgano i cittadini e che, se va a casa, si torna a votare: è la democrazia”.

“Mi fa arrabbiare che si manchi di rispetto all’Italia”

L'incontro
Il Premier Meloni con i giornalisti durante l’incontro alla stampa estera (Ansa Notizie.com)

E sul Premierato, Giorgia Meloni insiste e cerca di approfondire e allargare il suo pensiero su una riforma a cui tiene moltissimo perché crede che possa fare la differenza dal punto di vista politico e anche economico: “Sulla riforma costituzionale ci sono accuse, un famoso commentatore Usa citava Mussolini perché dice che per pochi voti sarà possibile avere la maggioranza: accade in varie democrazia come la Francia

Un’altra cosa a cui tiene tanto è l’Italia e lo dice apertamente, sottolineandolo proprio davanti a tanti giornalisti stranieri che rappresentano tanti paesi e tanti giornali sparsi per il mondo, sottolineando: “La cosa che amo di più dopo mia figlia è la mia nazione e mi fa arrabbiare che si manchi di rispetto all’Italia. Non mi piace che venga definitiva poco seria e inaffidabile. Mi sono data come obiettivo di restituire a questa nazione credibilità, di ribaltare un racconto a volte anche strumentale: l’Italia spaghetti e mandolino, l’Italia di cui non ti puoi fidare

Impostazioni privacy