DIRETTA Israele, attacchi nella notte a Rafah: si spinge per cessate il fuoco

DIRETTA Israele, tutti gli aggiornamenti in tempo reale in merito a quello che si sta verificando nel Paese del Medio Oriente e non, oramai arrivato al giorno numero 128 di conflitto 

128mo giorno di conflitto
Guerra Israele (Ansa Foto) Notizie.com

128mo giorno di conflitto in Israele. Segui con noi tutti gli aggiornamenti, in tempo reale, in merito a quello che si sta verificando nel Paese del Medio Oriente e non.

DIRETTA Israele, tutte le news in tempo reale

127mo giorno di conflitto
Guerra Israele (Ansa Foto) Notizie.com

Rottura Biden-Netanyahu?

Secondo quanto riportato dal Washington Post pare che il presidente americano, Joe Biden, sia molto vicino ad una rottura con il premier israeliano Benjamin Netanyahu, in merito al conflitto sulla guerra a Gaza.

Annuncio NYT

Secondo quanto riportato da Haaretz pare che il Wall Street Journal abbia riferito che l’Egitto ha avvertito Hamas di una cosa: nel caso in cui non dovessero raggiungere un accordo con Israele entro due settimane, l’esercito israeliano opererà a Rafah.

Incontro Siria-Iran

Il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amir-Abdollahian, ha incontrato a Damasco il presidente siriano, Bashar al-Assad.

La richiesta di Gallant

Il ministro della Difesa israeliano, Yoav Gallant, ha chiesto l’intensificarsi delle operazioni militari in quel di Gaza.

Bilancio attacchi su Striscia di Gaza

Nel corso degli attacchi israeliani sulla Striscia di Gaza, negli ultimi quattro giorni, hanno ucciso due ostaggi israeliani e ferito gravemente altri otto. Lo ha riportato il quotidiano “Telegram”.

Si spinge per cessate il fuoco

Mohammed Nizal, figura importante di Hamas, ha detto ad Al Jazeera che sono in corso colloqui per raggiungere un cessate il fuoco.

Aumenta bilancio vittime

Il Ministero della Sanità di Gaza, gestito da Hamas, ha annunciato che il numero delle vittime (dall’inizio del conflitto) è aumentato a 28.176. 67.784, invece, sono i feriti.

Parla Gallant

Il ministro della Difesa israeliano, Yoav Gallant: “Più intensifichiamo questa operazione, più ci avviciniamo a un accordo realistico per riportare a casa gli ostaggi”.

Nuova mossa polizia israeliana

La polizia israeliana ha sciolto al valico di Kerem Shalom con la Striscia una protesta che intendeva impedire il transito degli aiuti umanitari verso Gaza.

Parla Cameron

Il ministro degli Esteri britannico, David Cameron, fa sapere: “Sono profondamente preoccupato per la prospettiva di un’offensiva militare israeliana a Rafah, con oltre la metà della popolazione. che si sta rifugiando nella zona“.

Parla ancora Netanyahu

Il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu: “Non entrare a Rafah vuol dire solamente una cosa: perdere la guerra”.

Parla Netanyahu

Queste sono alcune delle parole rilasciate dal premier israeliano, Benjamin Netanyahu, dopo gli attacchi nella notte a Rafah: “Coloro che dicono che in nessun caso dovremmo entrare a Rafah ci stanno sostanzialmente dicendo di perdere la guerra. Tenete Hamas lì. Prenderemo i restanti battaglioni terroristici di Hamas a Rafah, che è l’ultimo bastione“.

Attacchi a Rafah, vittime

Attacchi nel cuore della notte da parte dell’esercito israeliano in quel di Rafah. Secondo quanto riportato da fonti e media locali il numero delle vittime è salito a quota 25.

Impostazioni privacy