Europee, il sondaggista Mannheimer a Notizie.com: “Metà elettorato indeciso: affrontare temi concreti”

Metà elettorato è ancora indeciso su chi votare alle elezioni europee. La campagna elettorale sarà decisiva e dovrà essere fatta su temi concreti dell’economia italiana, la salute e la sicurezza. Finora di Europa non si è parlato per niente”.

Ai microfoni di Notizie.com, il sondaggista Renato Mannheimer fa un’analisi delle proiezioni di voto degli italiani, che domenica 9 giugno sono chiamati alle urne per scegliere anche i nuovi europarlamentari.

Europee, il sondaggista Mannheimer a Notizie.com: "La campagna elettorale sarà decisiva: affrontare temi concreti"
Europee, il sondaggista Mannheimer a Notizie.com: “La campagna elettorale sarà decisiva: affrontare temi concreti” (Ansa Foto) – notizie.com

Manca ancora molto. La situazione attuale è stabile, gli elettori sembrano non muoversi – spiega l’esperto – Fratelli d’Italia va bene ed è stabile, mentre gli altri fanno un po’ fatica. Anche Forza Italia è stabile e questo è sorprendente, perché in molti pensavano che dopo la morte di Silvio Berlusconi avrebbe perso consensi. Invece ha retto. Le opposizioni, il Pd in particolare, fatica a superare il 20%. Ma quello che è caratteristico di questa situazione non è tanto l’intenzione di voto ai partiti, ma la quantità degli indecisi”.

Renato Mannheimer spiega che “più della metà dell’elettorato si sta guardando intorno. La campagna elettorale sarà decisiva. Quindi possiamo aspettarci anche dei grandi movimenti. Non è detto, ma sono possibili, perché i cittadini ancora non hanno scelto”.

Cosa sarà decisivo per la scelta degli elettori?
I partiti dovranno focalizzarsi sui contenuti. In queste settimane non si è parlato per niente dell’Europa, di cosa possono fare lì per l’economia italiana, per la salute e la sicurezza. Sono queste tre le principali preoccupazioni degli elettori e spero che la campagna elettorale si svolgerà su questi temi concreti”.

Veniamo ai possibili candidati. Si vocifera che la Elly Schlein voglia candidare Michele Emiliano, Stefano Bonaccini e Vincenzo De Luca. Nel caso del governatore campano, quello della segretaria potrebbe essere un tentativo per evitare il terzo mandato? De Luca in ogni caso ha dichiarato che si candiderà con o senza il Pd.
Potrebbe esserlo benissimo. Ma De Luca sembra assolutamente in grado di difendersi e scegliere per il meglio. Vedremo cosa deciderà il governatore campano, ma bisogna ancora vedere se Schlein si candiderà o no. È tutto ancora da definire”.

Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca (Ansa Foto) – notizie.com

Nunzia De Girolamo ha smentito la sua candidatura alle europee con Fratelli d’Italia.
La sua candidatura con cambia molto. De Girolamo è fantastica, ma non sposta tantissimi voti. Cambierebbe invece, la candidatura di Giorgia Meloni. La premier può trascinare molti consensi e darebbe un impulso quasi imbarazzante a Fratelli d’Italia, perché poi dopo dovrebbe vedersela con i suoi alleati che resterebbero un po’ umiliati”.

E cosa pensa dell’eventuale candidatura dell’ex sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi con Altenativa popolare?
Non credo che prenderebbe molti voti. Sgarbi ha un seguito numeroso, ma difficilmente trascina le masse. Difficilmente quindi, sarebbe eletto”.

Impostazioni privacy