Senaldi: “Accordo Italia-Albania? Lancia un chiaro messaggio”

Il condirettore di ‘Libero’ Pietro Senaldi in esclusiva a ‘Notizie.com’: “Non ho mai capito perché questo accordo era stato considerato incostituzionale”.

L’ok della Consulta di Tirana all’accordo tra Italia e Albania e il vertice Italia-Africa per discutere del Piano Mattei. Ieri, lunedì 29 gennaio 2024, è stata una giornata importante per il governo Meloni. E questi due temi li abbiamo affrontati in esclusiva con Pietro Senaldi, condirettore di Libero.

Senaldi esclusiva
Pietro Senaldi in esclusiva ai nostri microfoni – Notizie.com – © Ansa

Pietro Senaldi, la Consulta di Tirana ha dato l’ok all’accordo Italia-Albania. Vittoria del premier Meloni?

Diciamo che è stata più una doccia fredda per tutti quelli che avevano esultato quando la Corte Suprema lo aveva giudicato incostituzionale. Io non conosco la legge albanese, ma non ho mai capito il motivo di quella sentenza“.

Una sentenza che ora potrebbe aprire ad accordi simili tra l’Italia ed altri Paesi.

Assolutamente sì. Ma lancia anche un chiaro messaggio: se si entra illegalmente in Italia, si torna subito al Paese d’origine. Per quanto riguarda la fine delle partenze, io penso che sarà decisivo il Piano Mattei“.

A proposito di Piano Mattei, ieri c’è stato un incontro Italia-Africa.

Penso che sia stata una tappa necessaria. L’Italia investirà dei soldi in un continente giovane e pieno di opportunità. Se si crea ricchezza lì, si risolvono in parte i problemi dell’immigrazione e dell’energia“.

Intanto, però, le critiche dalle opposizioni non si fermano.

Sono attacchi che dureranno lo spazio di un mattino. Non vedo il senso di criticare un governo che ha invitato 40 esponenti di spicco dei governi africani per parlare dei rapporti tra il nostro Paese e il continente. Poi siamo in piena campagna elettorale e le opposizioni criticherebbero qualsiasi cosa“.

Impostazioni privacy