Caso Pozzolo, il deputato positivo allo stub

Si infittisce sempre di più la vicenda relativa allo sparo alla cena di Capodanno, anche perché il deputato aveva “tracce di polvere da sparo su mani e abiti…”

Non si mette bene per niente per Emanuele Pozzolo. Il deputato di Fratelli d’Italia è positivo all’esame stub fatto poche ore dopo l’episodio dello sparo alla cena di Capodanno che ha ferito l’elettricista Luca Campana alla gamba. Sull’onorevole, insomma, è stata confermata la presenza di polvere da sparo su mani e vestiti, provenienti sicuramente dalla sua mini pistola che aveva con sé la notte del primo gennaio del 2024 e dalla quale è partito il proiettile che ha ferito il 31enne Luca Campana alla gamba, il genero del caposcorta di Andrea Delmastro, Pablito Morello. Gli esami finali sono giunti alla Procura a Biella e sono stati eseguiti dal collaudato e affidale Ris di Parma.

Il deputato
Il deputato Emanuele Pozzolo con il sottosegretario Andrea Delmastro (Ansa Notizie.com)

Un caso che sta andando avanti con i magistrati e le forze dell’ordine che stanno indagando e stanno provando a chiudere il cerchio sul deputato e su tutti quelli che erano presenti. Da non sottovalutare che Morello dal quattro gennaio era in congedo, anche se da qualche giorno non è più il caposcorta di Andrea Delmastro. Il motivo è semplice e non è certo punitivo, anche perché l’ex agente di scorta del sottosegretario viene considerato dalla Procura di Biella il supertestimone di quello che è avvenuto la sera di Capodanno.

Il caposcorta Morello in congedo, verrà riassegnato

 

Il revolver
Il mini-revolver che aveva il deputato Emanuele Pozzolo la sera del 1 gennaio del 2024 quando fu ferito Luca Campana (Ansa Notizie.com)

Per il momento, Pablito Morello verrà riassegnato ad un altro ruolo all’interno del Ministero degli Interni. Al sottosegretario Delmastro verrà assegnato anzi già lo è adesso, un nuovo caposcorta, anche perché sul suo ex capo dal Ministero si dovrà decidere se reintegrare o meno l’agente delle forze dell’ordine con lo stesso ruolo o uno diverso.

Per Morello sarà un periodo un po’ complicato, se non altro perché la Procura di Biella lo considera l’unico vero e attendibile testimone chiave. E’ il solo che abbia visto cosa è esattamente successo la sera di Capodanno, è colui che avrebbe visto sparare il colpo da Pozzolo, cosa che invece nega il deputato, sospeso da Fratelli d’Italia.

Impostazioni privacy