Bimbo cade da terzo piano, parla il padre: “Stava dormendo, la finestra era aperta” [VIDEO]

Un bambino americano è caduto nelle prime ore di questo 17 gennaio dal terzo piano di un B&B. Il padre ai giornalisti: “Ecco come sta”.

Una tragedia. Solo una tragedia che avrebbe potuto avere risvolti ancora più gravi. Via di Banchi Nuovi civico 21, interno 9, terzo piano. Sono le 4 e mezza di notte quando un bambino di quasi 11 anni, americano e in vacanza a Roma con la sua famiglia, cade dal terzo piano. Un volo di quasi 10 metri. Le urla disperate della famiglia squarciano il buio del vicolo in cui il ragazzino è precipitato. Ma come è stato possibile che una tale disgrazia accadesse? Perché l’11enne è caduto da quella finestra al terzo piano? Perché ora è ricoverato ed è grave all’ospedale Bambino Gesù?

Bambino caduto dal terzo piano
Il luogo dove è avvenuta la tragedia – Notizie.com – © Ansa

A raccontare come sono o sarebbero andate le cose, il padre del bambino. Si chiama Brad, è in uomo alto di 40 anni. Con lui l’altro figlio. Brad è provato, comprensibilmente scosso, ma non si sottrae alle domande di noi giornalisti. “E’ ferito, ma la sua testa sta bene. È ferito ma non ha un’ emorragia interna. I dottori e la polizia sono stati grandi. Lo stanno operando alle braccia perché se le è rotte. Parla e respira. Cosa è successo? La finestra dalla quale è caduto affaccia sul vicolo. Noi siamo all’interno 9, terzo piano. Stavamo dormendo. Mio figlio dormiva con il fratello, aveva caldo e ha chiesto al fratello di aprire la finestra. Noi dormiamo con le finestre aperte di solito. Si è svegliato per andare al bagno e si è alzato dalla parte sbagliata. E’ in buone mani. Grazie a tutti”.

Video aa cura della nostra inviata Luigia Luciani

Impostazioni privacy