Europee, Vannacci a Notizie.com: “Non sciolgo nessuna riserva: ecco in base a cosa deciderò”

La Lega di Matteo Salvini sarebbe pronta a candidare il generale Roberto Vannacci alle elezioni europee. 

Le voci si susseguono al punto da sembrare certezza. Alcune vogliono l’autore del libro Il mondo al contrario capolista in tutte e cinque le circoscrizioni italiane.

Notizie.com ha intercettato al telefono il generale Vannacci per chiedere conferma di questi rumors una volta per tutte.

Europee, Vannacci a Notizie.com: "Non sciolgo nessuna riserva: ecco in base a cosa deciderò"
Europee, Vannacci a Notizie.com: “Non sciolgo nessuna riserva: ecco in base a cosa deciderò” (Ansa Foto) – notizie.com

Generale, ha sciolto la riserva sulla candidatura alle europee?
Io non sciolgo nessuna riserva. Come ho già detto a tutti, continuo a fare il mio lavoro e quando deciderò sarò io ad annunciarlo. Non lo so ancora, è una valutazione che sto facendo”.

È vero che ha avuto una riunione con Matteo Salvini?
Nella maniera più assoluta. Non mi sono mai visto con il ministro Matteo Salvini, l’ho già detto, perché me lo richiede?”.

Perché i rumors la vogliono capolista in tutte le circoscrizioni italiane.
Guardi, io sinceramente in questi giorni non ho avuto tempo né modo di leggere i giornali. E non mi fido di quello che riporta molta stampa nazionale, viste tutte le cose assurde che hanno scritto su di me. Non so quali congetture stiano facendo, io continuo a fare il mio lavoro e quando e se deciderò lo renderò di pubblico dominio”.

È vero che non disdegnerebbe neppure una candidatura col Pd?
Da qualsiasi parte vengano proposte, le valuterò a mente fredda con la razionalità che cercherò di far prevalere e in base a una serie di criteri che riguardano la mia professionalità, la mia famiglia e tante altre cose. Non mi precludo nulla nella mia vita. Mi riferisco anche all’ambiente imprenditoriale e delle relazioni internazionali. Perché una persona dovrebbe precludersi un’opportunità? Le valuto, poi prendo decisioni”.

Roberto Vannacci
Roberto Vannacci (Ansa Foto) – notizie.com

Ma riterrebbe probabile una proposta dal Pd?
Non ritengo probabile un’offerta del genere. Però se dovesse arrivare la prenderei in considerazione, come tutte e in qualsiasi settore. E ringrazio sempre, perché se mi coinvolgono vuol dire che stimano le mie capacità e le mie caratteristiche”.

Secondo la Lega lei sarebbe un candidato forte alle europee. Molti i cittadini la acclamerebbero.
Ringrazio le persone che sarebbero contente di una mia eventuale candidatura. Però continuo a dire che voglio essere io il padrone del mio destino e deciderò in base a quelle che saranno le considerazioni che farò da solo e con la mia famiglia”.

Schlein (Ansa Foto) Notizie.com

In base a quali parametri deciderà?
Sono parametri professionali: vorrei essere certo di fare qualcosa che sono capace di fare, per la quale ho le basi professionali e culturali. Sarebbero parametri anche di passione: voglio fare qualcosa che mi piaccia, come ho sempre fatto basando la mia vita su di essa e non sulla convenienza. Devono essere anche criteri riferiti al mio attuale impiego: sono arrivato al vertice dell’organizzazione militare, mi mancherebbe solo uno step per raggiungere una posizione assolutamente apicale, quindi devo valutare anche questo. Inoltre devo tenere in considerazione anche la famiglia. Immagino che questo compito comporterebbe un lungo periodo trascorso all’estero, quindi dovrò capire se la famiglia sarebbe disposta a spostarsi. Le mie figlie vanno a scuola, sono piccole, mia moglie è stata soggetta a molti trasferimenti negli ultimi anni. Devo valutare anche se loro sarebbero contente”.

Sta scrivendo un secondo libro: valuterà anche in base a questo?
Anche qui, tutte le notizie che sono state riportate provengono da testate giornalistiche. Io ho sempre detto che il libro è un’idea che ho in testa e non è ancora materializzata. Ho messo insieme del materiale avanzato dal primo e non ha nulla a che vedere con un eventuale mio cambio di opinioni o mestiere. Sono due cose diverse”.

Deciderà anche in base all’inchiesta disciplinare che la vede protagonista?
Questo non c’entra assolutamente niente. È un’inchiesta disciplinare interna sulla quale c’è il massimo riserbo e continuerà ad esserci il massimo riserbo”.

Impostazioni privacy