Trovata morta la Pedretti, la titolare della pizzeria criticata per la difesa sui gay e disabili

Il corpo è stato ritrovato senza vita, vicino a un ponte. Le forze dell’ordine stanno indagando, anche se non è escluso il suicidio

Trovata morta e ancora senza che ci sia un perché. E non è un corpo che lascia indifferenti, tutt’altro. Il corpo senza vita trovato nelle acque del Lambro è quello di Giovanna Pedretti, la titolare della pizzeria Le Vignole di Sant’Angelo Lodigiano. Una tragedia. Il ritrovamento c’è stato intorno alle quattordici e sul posto dove è stato rinvenuto il corpo della povera donna, sono arrivati subito i carabinieri insieme ai vigili del fuoco e al pm, più agli uomini della scientifica dei carabinieri.

Il dramma
Giovanna Pedretti titolare della Pizzeria Le Vignole (Facebook Notizie.com)

E’ stato grazie a questo intervento che è stato possibile risalire all’identità della signora Giovanna Pedretti. Il problema, e non di poco conto, visto che allo stato attuale sembra essere una curiosa e preoccupante correlazione, è che nei giorni scorsi proprio la signora che gestiva ed era proprietaria della pizzeria Le Vignole, era finita sulle cronache dei giornali dopo una recensione apparsa su TripAdvisor, dove un cliente criticava il locale perché ad un tavolo c’erano persone omosessuali e un disabile. Parole pesanti a cui aveva la titolare aveva risposto e in maniera piuttosto pesante. E tutto finì sui giornali, con il caso che venne anche ripreso anche dalle televisioni. Ma non è tutto. Qualcuno sul web aveva perfino ipotizzato che la versione della titolare, con la risposta pesante, se la fosse scritta da sola. Un’accusa che lei stessa non aveva accettato anzi ci rimase talmente male che la pressione per tutto questo non l’avrebbe sopportata, anche per questo le forze dell’ordine non escludono il suicidio.

Salvini: “Morte sconvolgente”

Morte sconvolgente. Una commossa preghiera per Giovanna. Davvero una recensione falsa meritava una polemica nazionale così avvelenata su social e tg?“, scrive sui social Matteo Salvini.

IN AGGIORNAMENTO

Impostazioni privacy