Porta in ospedale la moglie, ma la donna è morta: indagini in corso

Porta in ospedale la moglie, ma la donna era già deceduta: sono scattate le prime indagini in merito a questa vicenda 

Una terribile notizia di cronaca arriva direttamente dalla provincia di Roma. Ci troviamo a Sant’Oreste dove una donna di 71 anni è deceduta. Il corpo senza vita della vittima è stato portato dal marito all’ospedale di Civita Castellana (provincia di Viterbo). In un primo momento il marito aveva raccontato che la donna era deceduta per essere caduta dalle scale di casa. Non dello stesso pensiero i medici che hanno visionato il cadavere della stessa ed hanno rinvenuto dei segno non compatibili alla versione dell’uomo.

E' accaduto in provincia di Roma
Uomo porta moglie morta in ospedale (Ansa Foto) Notizie.com

Il personale medico non ha voluto perdere altro tempo ed ha immediatamente chiamato i carabinieri. Nel giro di pochi minuti i militari dell’arma sono arrivati nel nosocomio dove hanno fermato l’uomo. Lo stesso che è stato successivamente interrogato in caserma. La sua posizione è attualmente al vaglio degli inquirenti. In questo momento non è esclusa alcun tipo di ipotesi, nemmeno quella che porterebbe all’omicidio.

Roma, porta la moglie morta in ospedale: ipotesi omicidio

Una vera e propria morte sospetta che non convince del tutto i carabinieri del nucleo di Sant’Oreste che stanno continuando con le loro indagini di rito. Insieme alle forze dell’ordine sta collaborando anche la Procura di Tivoli che sta valutando la posizione dell’uomo: si tratta di un pastore di 73 anni. Nelle prossime ore sarà nuovamente interrogato. Il tutto si è verificato nella serata di ieri. Un primo dell’anno all’insegna del giallo nella Capitale.

E' accaduto in provincia di Roma
La versione dell’uomo non convince i carabinieri (Ansa Foto) Notizie.com

Erano da poco passate le ore 21:45 quando l’uomo si è presentato nel nosocomio romano. Arrivato a bordo della sua auto con all’interno il corpo della moglie oramai senza vita. La coppia viveva in un casale. Pochi anni fa erano state segnalate delle situazioni al limite vissute all’interno delle quattro mura. L’abitazione dell’uomo è stata successivamente messa a soqquadro da parte degli inquirenti. Gli stessi che avrebbero trovato degli oggetti utilizzati in cucina con delle tracce ematiche.

Oggetti che, successivamente, sono stati posti sotto sequestro e che verranno analizzati nelle prossime ore. La versione dell’uomo, nel frattempo, non convince affatto i carabinieri che ipotizzano ad un vero e proprio dramma. L’ipotesi dell’omicidio, fino a questo momento, rimane quella più accreditata.

Impostazioni privacy