Braga: “Mattarella? Ha ribaltato l’immagine che c’è dell’Italia”

La capogruppo del Pd a Repubblica: “Non è il paese dei balocchi come dipinge ogni giorno la Meloni”

Il discorso del presidente della Repubblica Mattarella ha fatto presa. E se ne parla tanto di quello che ha detto il capo dello Stato nell’ultimo giorno dell’anno che se ne è andato. “Dovremmo tutti ringraziare il presidente Mattarella perché in un momento di grande difficoltà per il Paese, che non è il “paese dei balocchi” dipinto ogni giorno dalla premier Meloni, ha richiamato le sfide non facili che abbiamo di fronte ma anche la fiducia di poterle vincere insieme“. Ne fa una questione politica, Chiara Braga, capogruppo del Pd alla Camera, che di quelle parole di Mattarella ha ancora memoria anche perché Mattarella è stato deciso e perentorio su alcuni aspetti. “L’appello alla partecipazione perché, se guardiamo ai drammatici dati sul calo dell’affluenza, la disaffezione al voto può davvero rappresentare un vulnus per la democrazia”.

Il capogruppo
Il capogruppo del Pd alla Camera Chiara Braga (Ansa Notizie.com)

Mattarella ha detto tante cose e su alcune si è soffermato, anche perché ha richiamato l’attenzione sull’astensionismo e sui tanti giovani che da anni non vanno più a votare, ma questo è responsabilità più della parte politica che dei ragazzi che, evidentemente, non si riconoscono in persone che, in fin dei conti, non fanno altro che dire le stesse cose da anni. E per la Braga, in qualche modo è così e Repubblica spiega quasi in un monologo: “Sicuramente chiama in causa tutta la politica, compresi noi. Richiamare l’importanza di andare a votare, di sentirsi titolari di un diritto di libertà, è un monito severissimo a chi — nelle istituzioni — ha il dovere di dare quelle risposte che oggi i giovani non trovano da nessuna parte. Dai temi ambientali ai diritti, dalla possibilità di costruirsi un avvenire a partire dallo studio fino alla necessità di offrire un salario degno, sono tutte battaglie su cui noi del Pd abbiamo innervato il nostro impegno e continueremo a portare avanti, nonostante la destra al governo“.

“E’ un momento di grande smarrimento per gli italiani”

Il monito
Il capogruppo del Pd Chiara Braga con il segretario del Pd Elly Schlein alla Camera (Ansa Notizie.com)

La Braga non lo dice, ma sotto sotto, avrebbe sperato che il presidente Mattarella potesse essere un po’ più duro con il Governo, ma svicola il discorso e riprende: “Penso che come sempre il presidente Mattarella, che è davvero il garante di tutti, il massimo arbitro della Repubblica, si sia rivolto agli italiani in un momento di grande smarrimento per quello che succede nel nostro Paese e nel mondo — due guerre alle porte dell’Europa, la crisi economica, i nazionalismi sempre più aggressivi — facendo prevalere un messaggio di speranza e di fiducia“.

Alcuni hanno pensato che nelle parole di Mattarella ci sia stata una realtà un po’ diversa rispetto a quanto viene descritto dal governo ogni giorno e qui la Braga ci mette il carico e, da parte sua, visto chi e cosa rappresenta, non poteva essere da meno: “Penso che il Capo dello Stato abbia toccato i nervi scoperti di un Paese in difficoltà, molto distante da quell’immagine patinata che ci vuole raccontare la presidente del Consiglio, richiamando tutti noi a non cedere alla logica del conflitto ma a far prevalere i valori costituzionali della solidarietà, della giustizia, dell’eguaglianza, come spinta per costruire la soluzione ai problemi”

Impostazioni privacy