Capodanno 2024, feriti e morti, più che festeggiamenti una “guerriglia”: il bilancio

Proiettili vaganti, botti senza controllo e insicuri, persone che usano la violenza e tanti bambini rimasti colpiti da questa pazzia

Altro che divertimento. Altro che sorrisi, festeggiamenti e brindisi con le bollicine. L’ultima notte dell’anno vecchio e il primo giorno di quello nuovo è il solito resoconto drammatico di persone che perdono la vita, una mano, un occhio o altre parti del corpo perché esagerano nei festeggiamenti e lo fanno con troppa, troppa superficialità. E quando succede questo, le tragedie sono molteplici. A Napoli ad esempio, e purtroppo non è una novità, una donna di 45 anni ha perso la vita a causa di un proiettile vagante durante i festeggiamenti per il capodanno. Già perché c’è questa tradizione stupida di sparare con le armi l’ultima notte dell’anno e, come sempre, succede quello che non deve succedere mai, ovvero ammazzare una persona che, nel caso di Concetta Russo, stava solo facendo il brindisi con i propri parenti.

Ultima notte
E’ il castello di Ferrara che prende “fuoco” l’ultima notte dell’anno (Ansa Notizie.com)

Quello che è successo ad Afragola è drammatico. Già perché secondo una prima ricostruzione dei carabinieri la vittima sarebbe stata colpita mentre festeggiava con la propria famiglia all’interno di un’abitazione e c’erano anche dei bambini che hanno dovuto vivere questo scempio. E’ stata portata in ospedale d’urgenza, ma non ce l’ha fatta. Non è tutto. Sempre, e guarda caso a Napoli, stavolta in zona Forcella, un’altra donna è rimasta ferita all’addome, anche lei a causa di un proiettile vagante mentre assisteva dal balcone di casa ai fuochi d’artificio per il nuovo anno. E’ ricoverata all’ospedale Vecchio Pellegrini, si tratta di una signora di 50 anni ed è anche lei grave, in prognosi riservata.

Il bilancio è tragico: 274 feriti, 12 da arma da fuoco, 262 dai botti

La tragedia
Una scatola con dei botti e fuochi d’artificio per Capodanno che è stata sequestrata dalla polizia (Ansa Notizie.com)

Il bilancio della notte elaborato fino ad ora dal dipartimento della Pubblica Sicurezza dice che è di 274 feriti, di cui 12 dovuto all’uso di armi da fuoco e 262 da fuochi d’artificio, con 49 ricoverati. E sono numeri che sono in netto aumento rispetto a quelli di un anno fa, dove i feriti erano stati 180 feriti, con 48 ricoveri. Ma in mezzo a questo scempio, a rimetterci tanto sono stati anche i bambini, con tanti di loro che hanno riportato lesioni alle mani, all’udito e agli occhi. Più che festeggiamenti, sembra di aver assistito a una guerriglia. A San Severo, nel Foggiano, un uomo di 47 anni ha “perso quattro dita della mano sinistra e ha subito lesioni di secondo grado al volto causate dall’esplosione” di un petardo. La capitale è stata la città più tranquilla da questo punto di vista, appena 16 i feriti, di cui solo due gravi. I primi dati dei vigili del fuoco a livello nazionale parlano di ben 703 interventi nel corso della notte e tutte le chiamate sono state per i festeggiamenti di Capodanno. O si fa qualcosa oppure ogni anni toccherà fare i bilanci simili a scenari di guerra che di festa.

Impostazioni privacy