Si getta dal ponte a Natale, carabiniere la tiene 15′ sospesa col braccio

Erano in due agenti e hanno cercato per ore di convincerla a non buttarsi, lei alla fine lo fa, ma la prontezza di uno ha evitato la tragedia

Un carabiniere c0me angelo. Un uomo che, senza pensarci due volte, si è gettato quasi nel vuoto per salvare una vita. E’ successo la sera di Natale, con una donna che ha cercato di togliersi la vita proprio la sera del 25 dicembre e sono dovuti intervenire in diversi. La chiamata da parte di diverse persone parlava di una donna che stava tentando il suicidio provando a lanciarsi dal ponte della tangenziale di Bari, lungo via Giulio Petroni.

L'eroe
Un carabinieri mentre entra in servizio (Ansa Notizie.com)

L’allarme è scattato alle 20 circa, sono subito arrivati sul posto i carabinieri che hanno tentato in tutti i modi di dissuaderla, ma lei non voleva sentire ragioni, minacciando più volta il salto che sarebbe stato da oltre quindici metri di altezza, e non avrebbe avuto scampo, le sarebbe stato fatale. Gli agenti hanno parlato con lei tanto tempo, finché uno di loro, sporgendosi sul guard rail, l’ha trattenuta per le spalle e le braccia. Ed è stato Un “abbraccio” che ha salvato la donna rimasta attaccata pericolosamente al parapetto. C’è stato un momento di grande agitazione, anche perché il carabinieri l’ha trattenuta per oltre un quarto d’ora. E la tensione era altissima, anche perché in quel momento c’erano solo i due carabinieri. Tutto si è poi risolto l’arrivo dei vigili del Fuoco che da sotto il ponte  con l’utilizzo della scala del mezzo in dotazione, hanno raggiunto la donna posta in condizioni di sicurezza e condotta al Policlinico della città per accertamenti.

Impostazioni privacy