Serie A, Verona-Lazio, le pagelle delusione biancoceleste, ennesima figuraccia

La formazione laziale si ferma di nuovo, gettando via occasioni su occasioni e giocando gli ultimi venti minuti in vantaggio di un uomo

Ennesimo stop. Ennesima brutta figura della Lazio che non riesce a vincere contro una squadra modesta ma agguerrita come il Verona. Un peccato perché la formazione di Sarri era andata in vantaggio nel primo tempo e poi ha sprecato tante, troppe occasioni.

L'incursione
Luis Alberto mentre cerca di saltare il suo diretto avversario (Ansa Notizie.com)

La Lazio non solo ha sprecato occasioni, ma ha avuto la possibilità di poter giocare con un uomo in più a venti minuti dalla fine, recupero incluso. la sensazione è che la Lazio ha gettato via una grande occasione e stanno diventando troppe.

Tabellino e pagelle

HELLAS VERONA (4-2-3-1): Montipò 6; Tchatchoua 6, Coppola 6 (88′ Magnani ng), Amione 5,5, Terracciano 6; Duda 4, Serdar 5 (46′ Lazovic 6,6); Suslov 6 (76′ Mboula), Folorunsho 6 (53′ Hongla 6), Ngonge 6; Djuric 5 (53′ Henry 6,5) . Non entrati Berardi, Perilli, Doig, Kallon,, Saponara, Cabal, Charly’s, Bonazzoli. All. Baroni 6

LAZIO (4-3-3): Provedel 5; Lazzari 6, Casale 5,5, Gila 6, Marusic 6 (29′ Hysaj 5,5 83′ Pellegrini ng); Guendouzi 6 (83′ Vecino), Rovella 5,5, Luis Alberto 6; Felipe Anderson 6, Immobile 5,5 (70′ Castellanos 5,5), Zaccagni 6,5 (70′ Pedro 5,5). Non entrati Sepe, Mandas, Kamada, Gonzalez, Basic, Cataldi, Ruggeri, Sana Fernandes. All. Sarri 5

Arbitro Ayroldi 6

Marcatori: 23′ Zaccagni, 70′ Henry

Note: Spettatori 20.000 circa. Ammoniti 15′ Duda, 29′ Marusic, 64′ Hysaj, 82′ Felipe Anderson, 95′ Pedro. Espulso 76′ Duda per doppio cartellino giallo.

Recupero: pt 2′; st 5′

I Top

Il tocco
Zaccagni mentre viene contrastato in area durante Verona-Lazio (Ansa Notizie.com)

ZACCAGNI Fa un gol bellissimo, cerca lo spazio e poi va a concludere davanti a Montipò segnando di tacco. Non illumina nel proseguo della gara ma è sempre pericoloso.

GUENDONZI Sempre attivo, sempre a disposizione in ogni zona del campo e sempre in aiuto dei suoi compagni. Motorino inesauribile, esce stremato.

LAZOVIC Entra ad inizio ripresa e cambia l’inerzia della sua squadra, diventando una spina nel fianco. Si sacrifica tanto quando la squadra resta in dieci.

I Flop

L'esultanza
Il momento del gol della Lazio che esulta e festeggia Zaccagni e la delusione del Verona (Ansa Notizie.com)

DUDA Non gioca una brutta partita, ma si fa ammonire in modo ingenuo e da evitare dopo quindici minuti e fa ancora peggio, e nel momento di maggior spinta della sua squadra, beccandosi il secondo giallo in modo altrettanto ingenuo. Doveva stare più attento.

IMMOBILE Non bene la sua gara, tanto sacrificio e tanta volontà di trovare spazio, ma non è la sua giornata. Succede.

PROVEDEL Non è perfetto sul pareggio del Verona, forse sorpreso dalla palla, ma la sua respinta provoca la rete del Verona.

Impostazioni privacy