Guerra Israele, novità in arrivo su ostaggi: l’annuncio di Netanyahu

Guerra Israele, importanti novità in arrivo per quanto riguarda il fronte degli ostaggi: c’è l’annuncio di Netanyahu 

Il conflitto in Medio Oriente prosegue, purtroppo, senza sosta. Si è arrivati al giorno numero 46 di guerra. Il bilancio, fino a questo momento (a partire dal 7 ottobre), è inevitabilmente drammatico visto che sono più di 14mila le persone che hanno perso la vita. Più di 5mila sono bambini, barbaramente assassinati. Proprio dal Paese in questione arrivano delle importanti novità dal punto di vista degli ostaggi. In particolar modo per quanto riguarda il tavolo dei negoziati tra Israele ed Hamas.

Possibile accordo su rilascio ostaggi
Il primo ministro israeliano, Benjamin Natenyahu (Ansa Foto) Notizie.com

Secondo quanto riportato da alcune fonti e media locali pare che sia spuntato un importante accordo per quanto riguarda gli ostaggi. Cosa prevede il tutto? Almeno tra i 4 ed i 5 giorni di pausa nei combattimenti nella Striscia. Non solo: anche il rilascio di 50 donne e bambini che, in questo momento, sono tenuti in ostaggi da parte di Gaza. In cambio di almeno tre palestinesi che si trovano nelle carceri almeno per ciascun civile israeliano liberato. La conferma arriva direttamente dall’emittente televisiva americana “Cnn“.

Israele-Hamas, possibile accordo su ostaggi: gli ultimi aggiornamenti

Nel frattempo, secondo Haaretz, saranno almeno 10 gli ostaggi rilasciati ogni giorno di tregua. Nel frattempo, proprio questa sera, è stato convocato il gabinetto di guerra di Israele a Tel Aviv. In merito proprio a queste importanti novità sul rilascio di ostaggi arrivano le parole del primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu. Quest’ultimo, infatti, ha fatto sapere che a breve arriveranno delle buone ed importanti notizie.

Possibile accordo su rilascio ostaggi
Il primo ministro israeliano, Benjamin Natenyahu (Ansa Foto) Notizie.com

Non solo: una fonte israeliana ha confermato anche la possibilità di un accordo parlando della “liberazione di donne e bambini”. Anche uno dei leader di Hamas, Ismail Haniyeh, ha fatto sapere che una “tregua” si sta per avvicinare sempre di più. Come riportato in precedenza, però, il conflitto continua ad andare avanti. Nelle ultime ore un raid di Israele è stato lanciato nel sud del Libano. Purtroppo ci sono state diverse vittime. Tra questi almeno tre giornalisti. Uno dei reporter è una donna, mentre una terza vittima è il producer della troupe.

Impostazioni privacy