Nations League, il sorteggio non sorride all’Italia: l’avversario in semifinale

La gara che da accesso alla finale della competizione è in programma il 15 giugno a Enschede. L’Italia affronterà un avversario temibile

Vincere e dedicare il successo a Gianluca Vialli. La missione azzurra ha un obiettivo chiaro, alzare la Nations League in onore e memoria del capo delegazione scomparso pochi giorni fa. A mandare il messaggio è stato Alberico Evani assistente del commissario tecnico Mancini e presente ai sorteggi delle final-four a Nyon: “Ci impegneremo tanto per dedicargli la vittoria, con il suo carisma è stato una figura fondamentale per il successo all’Europeo”. L’Italia si presenta alla fase finale della competizione da campione d’Europa e dopo aver vinto il suo girone contro Germania, Ungheria e Inghilterra. La delusione per non aver preso parte al Mondiale non è ancora assorbita del tutto, ma ora c’è un cammino da portare avanti, quello del rinnovamento che deve portare alle finali di Nations League e soprattutto a Euro 2024. Sollevare la Nations League sarebbe comunque un buon punto di ripartenza.

Dal 2023 tutte le nazionali di calcio italiane cambieranno lo sponsor tecnico – Notizie.com –

Italia, c’è la Spagna sulla strada della finale di Nations League

A Nyon si sorteggiavano gli incroci delle final-four a cui parteciperanno, oltre all’Italia, anche Spagna, Olanda e Croazia. Non è andata benissimo agli Azzurri che sono stati accoppiati alle Furie Rosse del nuovo ct De la Fuente. Come l’Italia, anche la Spagna deve ripartire, l’eliminazione al Mondiale, patita agli ottavi dal Marocco, ha lasciato segni profondi nel movimento iberico e il cambio di commissario tecnico, con l’addio a Luis Enrique, è stata solo una conseguenza. De la Fuente potrebbe anche richiamare alcuni protagonisti della vecchia guardia come Sergio Ramos e De Gea. Almeno secondo le ultime indiscrezioni rilanciate dalla stampa spagnola. L’Italia quindi incrocerà la Spagna in semifinale e poi se eventualmente la vincente dell’altra gara tra Olanda e Croazia per giocarsi il trofeo. La gara tra Azzurri e Furie Rosse è in programma il 15 giugno, alle ore 20.45, a Enschede, al “De Grolsch Veste”, casa del Twente, impianto da oltre 30 mila posti e inaugurato nel 1998.

Mancini
Mancini si è detto soddisfatto del lavoro fatto in questi tre giorni – Notizie.com – © Ansa

La finale si giocherà invece al “De Kuip” di Rotterdam, lì dove gl’Italia subì la beffa francese nell’ultimo atto di Euro 2000. “Come squadra la Spagna era forse l’avversario peggiore, li abbiamo sempre sofferti, sia nella semifinale degli Europei che in quella di Nations League. Nonostante abbia cambiato Ct non credo che la Spagna cambierà il suo modo di giocare, basato su un possesso palla difficile da contrastare: cercheremo di trovare delle soluzioni per limitare la loro forza e sfruttare le nostre caratteristiche”, ha detto Evani a margine del sorteggio.