Csm, eletto il nuovo vicepresidente: si tratta di Fabio Pinelli

Csm, negli ultimi minuti è arrivata anche la conferma ufficiale per quanto riguarda il nome del nuovo vicepresidente: si tratta di Fabio Pinelli. Quest’ultimo è il laico della Lega

Fabio Pinelli nuovo vicepresidente Csm
Fabio Pinelli (screenshot video YouTube) Notizie.com

A spuntarla, alla fine, è stato il laico della Lega, Fabio Pinelli. E’ lui il nuovo vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura. Ad eleggerlo è stato il plenum. Presieduto dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Si è andati avanti fino ad arrivare al terzo scrutinio. Sono stati 17 i voti favorevoli, mentre 14 sono andati a Roberto Romboli, del Partito Democratico. Solamente uno si è astenuto dal votare lasciando in bianco. Solamente dopo la fine delle votazioni il Capo dello Stato lo ha proclamato come vicepresidente.

Nel frattempo sono arrivate anche le prime parole da parte del nuovo vicepresidente: “Cercheremo di essere credibili, trasparenti, mai obliqui nell’interesse del Paese. Orienterò ogni mio comportamento nell’interesse del Paese con la guida e il faro del presidente della Repubblica“. In precedenza, secondo quanto riportano fonti locali, pare chele fumate siano state nere. Fino a quando, proprio alla terza, non è arrivata quella decisiva. Al primo scrutinio lo stesso Pinelli aveva ottenuto 14 voti, Romboli uno in meno e 5 schede bianche. Al secondo il laico della Lega ne ha ottenuti 15, Romboli 12 e sempre 5 schede bianche.

Csm, il nuovo vicepresidente è Fabio Pinelli: le parole di Mattarella

Fabio Pinelli nuovo vicepresidente Csm
Fabio Pinelli, Maurizio Gasparri, Lorenzo Fontana e Sergio Mattarella (Ansa Foto) Notizie.com

Subito dopo le sue dichiarazioni sono arrivate anche quelle del Capo dello Stato, Sergio Mattarella: “Il Consiglio è chiamato a obiettivi rilevanti e sono certo che li affronterà con obiettività e concretezza. I componenti togati e non togati si distinguono solo per la provenienza“. Poco prima dei primi scrutini, però, lo stesso presidente della Repubblica ci aveva tenuto a lanciare un messaggio.

Una sorta di ricordo che riguarda la magistratura: “La stessa ha, nel suo ambito, le risorse per superare le difficoltà e assicurare la legalità. Sono certo che il nuovo consiglio saprà svolgere le sue funzioni” In occasione di alcune tensioni che si erano verificate in precedenza, lo stesso Mattarella ha sottolineato che sono riuscite a superarle senza problemi.