Temptation Island, ex concorrente aggredisce medici al pronto soccorso: “Ero gonfio” – FOTO

La vicenda è avvenuta sabato 21 gennaio al Civico di Palermo. L’uomo si è infuriato per come è stato trattato: “Stavo male”, ha spiegato sui social.

Ha dato in escandescenze, tirando calci a carrelli e porte, perché non ha gradito il “trattamento” ricevuto al pronto soccorso. Federico Rasa, ex concorrente di “Temptation Island 2021”, è stato indagato per danneggiamento. Ora il personale medico e la guardia giurata in servizio al Civico di Palermo devono decidere se sporgere denuncia per minacce.

Federico Rasa Temptation Island
Federico Rasa ha partecipato a “Temptation Island 2021”: una foto del suo tatuaggio (Instagram) – Notizie.com

Palermo Today ha ricostruito la vicenda avvenuta nel primo pomeriggio di sabato 21 gennaio. Rasa si era presentato in ospedale accompagnato dai paramedici del 118, aveva lamentato una reazione allergica dopo un trattamento a cui si sarebbe sottoposto all’estero di recente. L’uomo, superato il triage con il codice verde e dopo aver fatto la prima visita, è rimasto su una barella per circa un’ora, poi ha iniziato a mostrarsi insofferente, passando a offendere e minacciare il personale sanitario. Una persona presente in ospedale ha raccontato: “Cercava lo scontro con la guardia giurata, ce l’aveva con medici e infermieri, diceva ‘Fate tutti schifo!’…”.

Poco dopo tre amici che erano con lui sono entrati nel pronto soccorso e hanno cominciato a seminare il caos. Il personale ha deciso di chiamare il 112 quando Rasa – probabilmente ripreso dalle telecamere del nosocomio – avrebbe preso a calci un carrello e una porta. Gli agenti hanno sentito i testimoni e acquisito le immagini della videosorveglianza, gli amici di Rasa invece sono scappati e sono ancora in attesa di identificazione.

Sui social la sua spiegazione: “Stavo sempre più male, gli aggressivi sono loro”

Federico Rasa
Federico Rasa ha aggredito i medici al pronto soccorso: “Stavo male, non mi hanno degnato di una visita” (Instagram) – Notizie.com

Rasa qualche ora dopo ha affidato ai social la sua versione. Ha spiegato di essersi sottoposto a un trapianto a Istanbul, senza poi seguire le indicazioni che gli erano state date. Una mancanza che ha scatenato la reazione allergica. “Non volevo pubblicare quello che mi è successo”, ha scritto in un lungo post . “Adesso mi sento in diritto di parlare e mostrarvi le mie condizioni fisiche nel momento in cui ho chiamato il 118 e mi hanno portato d’urgenza in ospedale”: queste le parole scelte per accompagnare le foto che mostravano il suo volto gonfio e tumefatto.

Sto leggendo un casino di articoli – ha continuato – riguardo ciò che è accaduto due giorni fa dove mi accusano di “aggressione. In realtà i veri aggressivi sono stati loro a lasciarmi per 6 ore in sala d’attesa. Io mi gonfiavo sempre di più minuto dopo minuto. Stavo sempre più male, non mi hanno degnato nemmeno di una visita”.