Maltempo, panico sul traghetto Ponza-Formia: “Affondiamo tutti!”

In un mare in tempesta, con onde alte fino a otto metri, un traghetto è riuscito comunque ad arrivare a destinazione dopo cinque ore da incubo per i passeggeri a bordo

Lo scorso venerdì, un traghetto diretto a Formia è salpato da Ponza nonostante il mare in tempesta a causa della rottura degli ormeggi, e nonostante un viaggio allucinante, con l’incubo di affondare affrontando onde alte otto metri, è riuscito ad arrivare a destinazione. Le immagini riprese dagli isolani al momento della partenza forzata hanno fatto immediatamente il giro del web.

Il traghetto Ponza-Formia in balia delle onde – Notizie.com –

Una tratta per la quale, in condizioni normali, ci si impiega poco più di un’ora ma che, a causa del maltempo e del mare in tempesta, è durata oltre cinque ore, mentre a bordo i passeggeri erano in preda al panico.

Una traversata da incubo

La traversata da incubo per un traghetto della Laziomar, che in genere impiega un’ora per arrivare dall’isola di Ponza a Formia, era iniziata alle 15 e 30 e si è conclusa dopo 5 lunghissime ore in balia del mare in tempesta. Dopo che si sono rotti gli ormeggi il comandante ha deciso di affrontare il tragitto consapevole di trovare un approdo più sicuro nel porto di Formia. Ma una volta in mare aperto il traghetto si è trovato a combattere con onde che arrivavano fino a 8 metri. Panico tra i passeggeri e anche tra i parenti degli stessi che hanno assistito alle scene riprese in molti video amatoriali che hanno fatto il giro del web e dei social in pochi minuti.

Il Capitano del traghetto, Calderisi, aveva deciso ugualmente di salpare nonostante quel tipo di maltempo perchè le condizioni sarebbero migliorate intorno alle 16. Dovevamo solo aspettare per portare la nave fuori dal porto con un vento di minore intensità. Ma quando si sono rotte alcune cime, che a quel punto impedivano di tenere in sicurezza il traghetto in porto, siamo partiti, avevamo la scogliera a dritta e la secca a sinistra. Poi in mare aperto le cose sono andate meglio”.

La tratta Ponza-Formia di solito si copre in 3 ore – Notizie.com –

Per i passeggeri comunque tanta paura

Le immagini hanno acuito la paura per la sorte del traghetto “Andiamo a fondo, speriamo di sopravvivere, non vogliamo morire“, diceva uno dei passeggeri, senza potersi neanche spostare a bordo per evitare di essere sbattuti contro le pareti e farsi male. Anche chi era sulla banchina e ha assistito alla scena è rimasto sorpreso per la partenza nonostante le condizioni avverse del mare Questi sono tutti pazzi, si sente dire da una voce fuoricampo in uno dei tanti filmati subito circolati sui social, “si spezza come il Titanic, gridava un’a donna mentre riprendeva il traghetto totalmente in balia delle onde.

Invece, per fortuna, tutto si è risolto al meglio e, anche se in giustificato ritardo, il viaggio si è concluso senza ulteriori problemi tanto che, Michele Lauro, Responsabile della flotta e Direttore Generale di Laziomar, scriverà una lettera di encomioperché la situazione a bordo è stata gestita benissimo, con la massima professionalità. I passeggeri non hanno riportato neanche un graffio, nessun danno alle automobili e ai camion trasportati, nessun danno alla nave. Mi sembra che tutto ciò sia un risultato importante e meritevole di encomio per il comandante e il personale di bordo”.