Emani cattivo odore ma non te ne accorgi: quali sono le cause

Tante volte può capitare di non avere un odore del tutto piacevole, ebbene anche se non ci accorgiamo le cause potrebbero essere diverse.

Parliamoci chiaro, è una cosa che può capitare davvero a tutti, anche solo una volta nella vita, magari senza che nemmeno ci rendiamo conto della cosa, potrebbe infatti succedere di non essere proprio al meglio del nostro odore, nel corso della giornata.

Puzzare
Puzzare, foto fonte google. Notizie.com

Ecco, i motivi che si nascondono dietro a questa condizione sono davvero molti ed hanno tutti a che fare con la quotidianità di ognuno di noi, specialmente nei periodo maggiormente pieni di impegni: quindi il consiglio, prima di darsi una sistemata e quello di arrivare al principio del problema e magri risolverlo.

Potrà sembrare incredibile ma pure quello che mangiamo potrebbe avere a che fare con il nostro odore, cosi come il periodo di stress o meno che stiamo vivendo. Ma approfondiamo l’argomento e cerchiamo di scoprire qualche particolarità in più.

Puzzare senza rendersene conto? Da quello che mangiamo allo stress

Come accennato prima i motivi per cui delle volte potremmo emanare un odore non troppo piacevole, ha delle cause completamente diverse che vanno dal periodo di stress più  o meno forte che stiamo vivendo, fino a quello che mangiamo. Ad esempio ingerire una grande quantità di aglio o cipolla, potrebbe portare ad avere problemi di alito, questi due elementi infatti rilasciamo composti chimici simili allo zolfo quando vengono digeriti che poi vengono rilasciai attraverso i pori e il respiro.

Il tutto s può risolvere mangiando delle mele crude, possono aiutare cosi come la menta e la lattuga. Stesso discorso per i broccoli e i cavoli, questi possono avere delle ripercussioni sul nostro corpo, pure loro quando vengono digeriti rilasciano sostanze chimiche, eppure eliminare la verdura dalla propria dieta non è per niente una buona idea. La soluzione è quella di metterle a bollore in acqua salata prima di mangiarle in modo da neutralizzare le sostanze chimiche che danno il cattivo odore.

Aglio, Notizie.com

Per cambiare argomento un sintomo che porta il cattivo odore è il diabete, si tratta infatti di un segnale che il nostro corpo sta esaurendo l’insulina: in genere, il sintomo più efficace è quello di avere l’alito di un odore fruttato simile all’acetone. Mangiamo poi troppa carne potrebbe avere impatto sul nostro odore, secondo uno studio corporeo condotto su gruppi di uomini da parte di donne, ebbene chi ha mangiato meno carne è stato considerato più attraente e dall’odore meno intenso.

Per finire, anche lo stress può farti emanare cattivo odore, il motivo è da ricondursi alle ghiandole apocrine, presenti nel nostro corpo, queste possono contribuire a far cambiare il nostro odore: diventano più attive quando siamo stressati e i batteri che interagiscono con il sudore possono effettivamente produrre sostanze chimiche che ci fanno puzzare.