Monsignor Goerg Ganswein e quel libro verità su Benedetto XVI

Con tempismo tutto teutonico, all’indomani della morte del papa Emerito Benedetto XVI, è arrivato nelle librerie il libro verità scritto da Monsignor Ganswein, una vita al fianco di Papa Ratzinger

Secondo alcuni quotidiani tedeschi, Padre Goerg avrebbe tentato di bloccare l’uscita del libro che sarebbe arrivata a pochi giorni dalla morte di Benedetto XVI, ma non era più possibile fermare tutto e “Nient’altro che la verità”, il libro scritto da Monsignor Gorerg Ganswein è in tutte le librerie e racconta tutto il pontificato di Ratzinger, dall’elezione al trono di Pietro fino agli ultimi giorni di vita passando per la decisione di farsi da parte.

Papa Benedetto XVI e Monsignor Georg – Notizie.com –

Georg Gänswein è un arcivescovo cattolico tedesco e dal 2003 al 2005 ha servito come Segretario Personale di Papa Benedetto XVI ed è stato uno dei più stretti collaboratori del Papa. Padre Gänswein è anche un teologo pubblicamente riconosciuto con numerose pubblicazioni su tematiche religiose e dal 7 dicembre 2012 è stato nominato prefetto della Casa Pontificia.

Un libro sulla verità

Quello tra Joseph Ratzinger e Georg Gänswein è stato un lungo e significativo rapporto di profondo rispetto e stima reciproca, sin da quando, nel 2003, il futuro Papa nominò segretario personale il giovane sacerdote tedesco e il loro legame si strinse ancora di più al momento dell’elezione del cardinale Ratzinger come Benedetto XVI. Da quel momento don Georg ha vissuto costantemente al suo fianco quale suo più stretto collaboratore, ma anche confidente e consigliere, accompagnandolo durante il pontificato, nel momento della storica decisione di rinuncia del 2013, fino agli ultimi anni di vita. Oggi, dopo la scomparsa di Benedetto XVI, per l’attuale prefetto della Casa pontificia è arrivato il momento di raccontare la sua verità riguardo le bieche calunnie e le oscure manovre che hanno cercato invano di gettare ombre sul pontificato di Ratzinger.

Il libro uscito in tutte le librerie all’indomani della morte del Papa Emerito – Notizie.com

Quell’infamante accusa di negligenza

Quelle accuse di negligenza sugli abusi compiuti all’interno della Chiesa soprattutto nella sua Germania non sono mai andati giù a Ratzinger  che, si legge nel libro, rimase scioccato quando nel gennaio del 2022 uscì fuori un suo probabile coinvolgimento in casi avvenuti in Germania negli anni in cui era stato arcivescovo di Monaco di Baviera fra il 1977 e il 1982.

C’è il racconto dettagliato delle risposte date agli avvocati che avevano redatto il dossier già nel 2021 e del fatto che subito dopo il pontefice scrisse una lettera, fedelmente riportata nel libro, dove confessava di aver sofferto del fatto che si fosse dubitato della sua “verità”. Ricordando poi come, in tutti gli incontri fatti con le vittime di abusi sessuali da parte di sacerdoti, lui avesse sempre guardato negli occhi di questi uomini le conseguenze di una grandissima colpa della stessa Chiesa e avesse sempre compreso che tutta la Chiesa veniva trascinata in questa responsabilità proprio perché non affrontava con decisione e giusta responsabilità i casi denunciati.

Per Monsignor Georg, si è tentato continuamente di contrapporre Benedetto e Francesco. In realtà quel che è accaduto è che sono nate semplicemente due tifoserie contrapposte, anche se all’origine c’erano effettivamente “c’erano due visioni della Chiesa”.