Lazio-Bologna, il commovente ricordo di Sinisa Mihajlovic

Alle ore 18:00 allo Stadio Olimpico di Roma il fischio d’inizio della gara di Coppa Italia nel nome dell’ex calciatore e tecnico serbo

In occasione della gara di Coppa Italia Frecciarossa, Lazio-Bologna, valida per gli ottavi di finale della manifestazione, la S.S. Lazio e il suo Presidente Claudio Lotito hanno deciso di ricordare anche in questa occasione l’indimenticato Sinisa Mihajlovic e di compiere un gesto concreto a sostegno del suo impegno pluriennale con ADMO, l’Associazione Donatori Midollo Osseo“, così pochi giorni fa la società biancoceleste annunciava che la sfida contro i bolognesi sarebbe stata in ricordo del beniamino di entrambi i club.

Lazio-Bologna in ricordo di Sinisa Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic ricordato prima della gara di Coppa Italia tra Lazio e Bologna – Notizie.com

Prima del fischio d’inizio del match dell’Olimpico l’intero stadio ha reso omaggio all’indimenticato campione, prematuramente scomparso il 16 dicembre scorso dopo una lunga battaglia con una terribile malattia, affrontata dal classe ’69 con coraggio fin dal primo giorno.

Curva Nord: “Sinisa, il tuo esempio vivrà sempre”

A margine dell’incontro, Arianna Mihajlovic ed i figli Viktorija, Miroslav, Dusan e Nicholas, sono scesi a bordocampo con una rappresentanza del club laziale ed una di quello bolognese; presenti il patron laziale Claudio Lotito ed il ds rossoblù Marco Di Vaio. Le due società hanno regalato le maglie celebrative alla famiglia del campione, mentre i biancocelesti hanno annunciato che le casacche da gioco della partita verrano messe all’asta con il ricavato da destinarsi all’ADMO, Associazione Donatori Midollo Osseo.

Sinisa Mihajlovic
Sinisa Mihajlovic ha vissuto sei anni da calciatore con la maglia della Lazio (Ansa) – Notizie.com

Mentre il maxi schermo dello stadio trasmetteva un toccante video dedicato a Sinisa, la Curva Nord ha esposto un altrettanto toccante striscione che recita: Sinisa: padre, marito e uomo vero. Il tuo esempio vivrà per sempre”. Per il giocatore visto in campo, ma soprattutto per l’uomo ammirato fuori dal rettangolo verde, tutto il mondo calcistico, e non solo, nutrirà sempre un’immensa stima. Da calciatore centrava la porta con le sue punizioni, nella vita ha fatto centro nel cuore di tutti per la lealtà sempre mostrata e per la determinazione con cui si è fatto strada, sia da professionista che da uomo.