Messina Denaro, il ministro Nordio firma il 41bis: cosa significa

Prime ore in carcere per Matteo Messina Denaro. Intanto il ministro Nordio ha firmato il 41bis per il boss siciliano. Ecco cosa significa.

Dopo quasi 30 anni di latitanza, per Matteo Messina Denaro è arrivato il momento del carcere. Il boss siciliano ad oggi era riuscito a sfuggire alla cella e ai processi, ma per lui nella notte tra il 16 e il 17 gennaio si sono aperte per la prima volta le porte di una struttura penitenziaria.

Messina Denaro
Matteo Messina Denaro al 41bis – Notizie.com – © Ansa

Come riportato da La Repubblica, il capomafia trapanese attualmente è detenuto nel carcere dell’Aquila. Dopo un volo militare da Palermo a Pescara e un tragitto in auto, Messina Denaro è entrato in cella. I primi giorni per lui saranno di isolamento giudiziario, ma in futuro il boss siciliano sarà comunque sorvegliato a vista e non potrà avere contatti con altri detenuti.

E’ notizia di poco fa, infatti, che il ministro Nordio ha accettato la richiesta della Dda e firmato il 41bis, la forma forse più a cui sono sottoposti i carcerati.

Cosa prevede il 41bis

Carcere
Ecco cosa prevede il regime 41bis per i detenuti – Notizie.com – © Ansa

Come detto in precedenza, il 41bis è la misura carceraria più duro. In caso di firma di questo regime, il detenuto deve trascorrere il suo periodo in cella in isolamento, senza contatti con gli altri presenti nella struttura penitenziaria oltre che naturalmente massima sorveglianza da parte degli agenti.

Come riportato da Fanpage, l’ora d’aria è prevista anche per loro, ma deve rispettare l’isolamento e quindi non devono essere presenti gli altri detenuti. Inoltre, viene controllata la posta, sia in entrata e in uscita, esclusa la corrispondenza con membri del Parlamento o di autorità europee aventi competenze in materia di Giustizia.

Per quanto riguarda i colloqui familiari, questi possono avvenire, ma con cadenza mensile e in un’area speciale con divisori per evitare il contatto fisico. La durata è di un’ora. Quindi una vera e propria misura dura a cui è stato sottoposto anche Messina Denaro.

Chi sono i detenuti in carcere con il 41bis

Di Lauro
Cosimo Di Lauro tra i boss posti al 41bis – Notizie.com – © Ansa

Matteo Messina Denaro naturalmente non è il primo detenuto al 41bis. Questa misura è stata adottata per altri boss come Totò Riina, Bernardo Provenzano, Raffaele Cutolo, Paolo Di Lauro e i figli Cosimo e Marco. Ma anche per Francesco Schiavone, Michele Zagaria e Francesco Bidognetti.